Gnocchetti di funghi con crema di zucca e gorgonzola

Una ricetta semplice per un primo piatto ricco di gusto

Una ricetta per un primo piatto ricco di profumo e gusto. Quello delicato dei funghi, addolcito da quello della zucca, con quella nota più decisa del gorgonzola.

Ma lo sapete come è nato il Gorgonzola? Si dice che sia il risultato della distrazione di un pastore che aggiunse per sbaglio latte cagliato ad altro latte cagliato e si ritrovò davanti a questo gustoso formaggio con venature bluastre ( muffe edibili), dall’odore un poco forte ma dal sapore squisito. Gorgonzola è il comune lombardo indicato come suo luogo di origine.

Insomma, la prova che come nella scienza, anche in cucina, talvolta le più sensazionali, ed in questo caso gustose, scoperte sono frutto di errori o casualità.

Ingredienti (per 4 persone)

Preparazione: 30 minuti
Cottura: 35 minuti

Vino consigliato: Gewürztraminer Südtirol Alto Adige doc Fior fiore

Preparazione

Mettete in ammollo i funghi secchi. Lessate le patate in acqua leggermente salata, quindi pelatele e schiacciatele. Tritate lo scalogno e unitelo in una padella a 2 cucchiai d’olio, la salvia e la zucca tagliata a dadini. Cuocete fino a quando la zucca non si ammorbidisce, aggiungete il gorgonzola a tocchetti, eliminate la salvia e riducete in crema con un frullatore a immersione.

Pulite gli champignon, affettateli e fateli stufare con l’aglio e 1 cucchiaio d’olio, subito dopo unite i funghi secchi ammollati, strizzati e tritati e portate a cottura. Eliminate l’aglio e regolate di sale. Quando diventano tiepidi, unite l’amido di mais e il tuorlo e frullate il tutto.

Su una spianatoia formate la fontana con le patate e al centro ponete il composto di funghi. Amalgamate unendo la farina di riso nella quantità necessaria per avere un impasto sodo e maneggevole. Ricavate gli gnocchi, cuoceteli in acqua salata e scolateli quando vengono a galla. Spadellateli con la crema di zucca, guarnite con il prezzemolo e serviteli caldissimi.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti