Mostre e musei da visitare in Toscana

Una rassegna delle proposte culturali in Toscana con tante opportunità per i soci Unicoop Firenze

Ripartiamo dalla cultura, riscoprendo il valore del cosiddetto turismo di prossimità. Sono molte le proposte culturali che la Toscana ci offre: dalla visita alla mostra di Tomàs Saraceno a Palazzo Strozzi ad un’immersione nella storia della scienza al Museo Galileo a Firenze, la mostra “Exodus” di Salgado della Fondazione Pistoia Musei, a Prato la mostra di Pinocchio al Museo del tessuto e “Dopo Caravaggio” a Palazzo Pretorio.

Hanno riaperto anche alcuni musei del Mu.Dev, il Museo Diffuso Empolese Valdelsa, mentre a Lucca possiamo fare una gita nel cuore della città con tappa alla Casa Natale del grande Maestro Puccini. Riaperto anche il Museo delle navi antiche di Pisa.

Eccole nel dettaglio.

Firenze

Tomás Saraceno. Aria

Fino al 1° novembre sarà possibile visitare la mostra “Tomás Saraceno. Aria” ospitata a Palazzo Strozzi. Novità nella fruizione della mostra, la possibilità di utilizzare in forma gratuita sul proprio cellulare l’audioguida, arricchita da nuovi contenuti e dalla voce dello stesso Tomás Saraceno. Incluso nel biglietto e sempre usufruibile dal proprio smartphone, anche uno speciale kit dedicato alle famiglie con bambini dai 6 anni in su, che propone approfondimenti e attività da fare in mostra o a casa.

Per i soci Unicoop Firenze visite guidate su prenotazione la domenica, alle 16.30 (costo euro 10, il 21 e 28/6, il 5-12-19 e 26/7; il 2-9-16-23 e 30/8). Proseguono anche gli appuntamenti digitali con gli artisti di La Scuola dell’arte, iniziativa sostenuta da Unicoop Firenze: il 4 luglio incontro con il fiorentino Leone Contini. L’iniziativa “Pausa d’arte” in questi mesi, a causa dell’emergenza Covid 19, si è rimodulata con incontri settimanali on line con gli studenti, portando avanti un progetto di scrittura che ha dato vita a Glossario, un lavoro di analisi sulle opere e sui testi del catalogo che sarà pubblicato sul sito internet di Palazzo Strozzi insieme a immagini delle sale. Gli ingressi alla mostra sono limitati. È raccomandata la prenotazione on line del biglietto su palazzostrozzi.org.
Info: prenotazioni@palazzostrozzi.org; 0552469600. Aperto tutti i giorni ore 14-20 e il giovedì ore 14-23. Riduzioni per i soci Coop.

Museo Galileo di Firenze

Ha riaperto le porte dalla fine di maggio anche il Museo Galileo e così i preziosi strumenti scientifici della collezione mediceo-lorenese possono nuovamente essere riscoperti e ammirati nei giorni di venerdì, sabato, domenica e lunedì, dalle 9.30 alle 18. La visita sarà l’occasione per scoprire, con l’ausilio degli operatori didattici del museo, storie curiose sulle collezioni con momenti di scienza dal vivo e semplici esperienze di pneumatica, elettricità e fisica, oltre ad avvincenti racconti sulla storia della scienza e su Galileo Galilei.
Prenotazioni: 055265311

Inside Magritte

Fino al 30 luglio sarà possibile visitare anche la mostra “Inside Magritte” nel complesso monumentale di Santo Stefano al Ponte a Firenze, emozionante percorso espositivo multimediale dedicato al maestro surrealista René Magritte, ideato e firmato da Crossmedia Group – Hepco, con la regia di The Fake Factory.
Info: 055217418 www.insidemagritte.com. Aperta sabato e domenica dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso ore 17). Massimo di 50 visitatori per visita.

Meraviglie alla Manifattura Tabacchi

Lastra a Signa (Fi)

Villa Enrico Caruso

Riaperto al pubblico da inizio maggio anche il Museo Villa Caruso di via Bellosguardo a Lastra a Signa, il primo museo italiano dedicato al grande tenore napoletano. Fino al 31 ottobre 2020 visitabile il mercoledì e giovedì dalle 9 alle 13; venerdì, sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Sconto per i soci Unicoop Firenze sul biglietto di ingresso. Sempre a Villa Caruso Bellosguardo in programma per l’estate 2020 musica e teatro acon “Voci in Villa” e laboratori ludico-didattici per bambini per “Gioco in Villa”.
Info: www.villacaruso.it

Prato

Il pianeta dimenticato

Fino al 31 luglio ingresso gratuito per tutte le mostre eccetto “Ren Hang. Nudi”, con orario 12-20 dal giovedì alla domenica, al Centro Pecci di Prato. Ingresso contingentato, massimo 60 persone. Fino al 23 agosto ancora visitabile la mostra “The Missing Planet”, visioni e revisioni dei “tempi sovietici” dalle collezioni del Centro e da altre raccolte. In dialogo con “The Missing Planet”, la video installazione Interregnum di Adrian Paci, composta da un montaggio di sequenze dei funerali di dittatori comunisti di diverse nazionalità ed epoche, recuperate dagli Archivi di Stato o dalle trasmissioni televisive nazionali.

Nelle sale del museo anche le dieci bandiere d’artista realizzate per Centro Pecci Extra, il palinsesto di contenuti che ha tenuto viva la programmazione del museo durante i mesi di chiusura, esposte con cadenza settimanale davanti alla struttura museale, punto di partenza di un laboratorio dedicato ai più giovani con due sale espositive trasformate in aule didattiche per ragazzi.
Info: www.centropecci.it

Da Caravaggio a Pinocchio

I grandi protagonisti del Seicento napoletano nella mostra “Dopo Caravaggio”, al Palazzo Pretorio di Prato fino al 6 gennaio 2021, con dipinti “mai visti” della Fondazione De Vito insieme alle tele più suggestive del Seicento già presenti nel museo, in un percorso espositivo che racconta l’impatto della pittura di Caravaggio sugli artisti di scuola napoletana nel XVII secolo. Possibile prenotare l’ingresso scrivendo a museo.palazzopretorio@comune.prato.it o chiamando lo 05741837860. Per ragioni di sicurezza non è possibile visitare la terrazza e la Sala Martini. E a poca distanza, nel Museo del Tessuto, gli abiti da favola del Pinocchio cinematografico firmato da Matteo Garrone.

Empolese-Valdelsa

Mu.Dev. Musei diffusi

Il Mu.Dev, Museo Diffuso Empolese Valdelsa, è un progetto di rete culturale che coinvolge undici Comuni del territorio estesi su un’area di 735 kmq nella Toscana centrale, per un totale di 21 musei, che possono essere visitati singolarmente acquistando il biglietto del museo che si vuole visitare, oppure con un biglietto unico, e diventare così dei “pellegrini dell’arte”, con la possibilità di accedere ai musei della rete una volta nell’arco di un anno. Hanno già riaperto il Museo della ceramica di Montelupo Fiorentino, Palazzo Pretorio e Casa Boccaccio a Certaldo, il Museo leonardiano e la Casa natale di Leonardo a Vinci, la Gerusalemme di San Vivaldo a Montaione, il MuVe-Museo del vetro e la Collegiata di Sant’Andrea a Empoli.
Info e aggiornamenti: www.museiempolesevaldelsa.it

Lucca

La Casa natale di Giacomo Puccini

All’interno delle mura della città di Lucca, piazza Cittadella e Corte San Lorenzo sono due strade piene di memoria del grande maestro Giacomo Puccini. Proprio qui si trova la sua Casa Natale – cuore del Puccini Museum, il complesso museale che ripercorre le tracce lasciate dal compositore -, dove crebbe insieme alle sorelle, al fratello e ai genitori, iniziando gli studi musicali e componendo da adolescente i primi lavori. Venduta a causa di difficoltà economiche, l’abitazione tornò di proprietà di Giacomo Puccini dopo il successo di Manon Lescaut e da allora è rimasta proprietà dei discendenti del maestro. Oggi è patrimonio della Fondazione Cassa di risparmio di Lucca ed è gestita dalla Fondazione Giacomo Puccini.

Visitabile fino al 30 settembre, la Casa Natale conserva arredi, documenti, spartiti e oggetti appartenuti al musicista, fra cui il pianoforte Steinway & Sons su cui compose molti dei suoi lavori, fra cui la Turandot.
Previste agevolazioni per i soci Unicoop Firenze. Biglietteria 0583584028.

Pisa

Il Museo delle Antiche Navi

Dal 19 giugno riapre al pubblico anche il Museo delle Antiche Navi di Pisa con orario: venerdì 15.30-20.30; sabato e domenica 10.30-20.30. La biglietteria chiude un’ora prima.
Tutte le info sul sito del Museo

Palazzo Blu

Il 13 giugno Palazzo Blu a Pisa ha riaperto al pubblico. È possibile visitare l’esposizione permanente, dove è stato collocato il ritratto di Artemisia Gentileschi ad opera di Simon Vouet, acquisito di recente e la mostra fotografica dall’archivio Frassi su “Pisa Anni ’60, il boom e il rock”. Il palazzo sarà sempre aperto, dal martedì alla domenica, con orario 10 – 19 nei giorni feriali e 10 – 20 il sabato, la domenica e nei festivi compreso mercoledì 17 giugno, festa del patrono San Ranieri.
Info: 0502204650; www.palazzoblu.it

Pistoia

Exodus

In cammino sulle strade delle migrazioni. Fino al 26 luglio sarà possibile visitare la mostra di Sebastião Salgado alla Fondazione Pistoia Musei: 180 fotografie, attraverso le quali l’artista brasiliano ha documentato le migrazioni di massa, restituendo con i suoi scatti la condizione esistenziale di milioni di uomini che sono stati capaci di spezzare i legami con le proprie radici, cercando se stessi in un viaggio verso altri luoghi. Gli scatti di Salgado raccontano la condizione di profugo, l’istinto di sopravvivenza, la paura e la povertà così come la volontà, la dignità e il coraggio. Ingresso alla mostra solo su prenotazione al 0573974267, tutti i giorni ore 9-13 e 14-18.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti