“Abbraccia un albero, dai vita a un bosco” alla Biblioteca San Giorgio di Pistoia

Sabato 6 novembre, alle 10.30, alla Biblioteca di via Sandro Pertini la presentazione del progetto di Unicoop Firenze, in collaborazione con PNAT, Legambiente e Re Soil Foundation, per la realizzazione a Montopoli in Val d'Arno del primo bosco biosostenibile d'Italia, che nascerà su un'ex area industriale bonificata

Dopo le due tappe nella provincia di Firenze, alla Fiera di Scandicci e al Centro*Empoli, la tappa al Teatro Verdi di Santa Croce sull’Arno, in provincia di Pisa, e quella di sabato scorso al Real Collegio di Lucca, nell’ambito della manifestazione Lucca Comics and Games, la quinta tappa di presentazione della campagna di Unicoop Firenze “Abbraccia un albero, dai vita a un bosco”, sarà a Pistoia, sabato 6 novembre, alle 10.30, alla Biblioteca San Giorgio, via Sandro Pertini.

L’evento è promosso dalle sezioni soci di Pistoia, Agliana e Valdinievole per far conoscere il progetto della Cooperativa, che ha come obiettivo la realizzazione a Montopoli in Val d’Arno del primo bosco biosostenibile d’Italia realizzato in un’ex area industriale bonificata.
Partner della campagna “Abbraccia un albero, dai vita a un bosco”, con Unicoop Firenze, PNAT, Legambiente e Re Soil Foundation.

Tra gli ospiti Sandro Butelli, presidente del Consorzio ortovivisti pistoiesi e Elisa Azzarello, agronoma e botanica, direttrice amministrativa e responsabile progetti di Green Remediation di PNAT.

Alle ore 10 previsto un caffè di benvenuto.

L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti disponibili.
Per partecipare occorre essere in possesso di Green Pass.

Il bosco di Montopoli in Vald’Arno

Il bosco sarà “bio”, in quanto incubatore di diversità naturalistica, e sarà sostenibile per l’assorbimento di anidride carbonica, ma anche perché sarà un modello funzionante di “polmone verde” con una proporzione tra costi e benefici della piantagione ripetibili nel tempo e nel territorio.

Un esperimento sul campo, insomma, di quanto si possa fare per cercare di salvare il nostro pianeta piantando alberi.
L’idea è quella di far nascere una nuova area boschiva, che sia a tutti gli effetti visitabile inserendo un percorso che impatti al minimo la superficie del suolo ma che permetta alle persone di vivere un’esperienza a contatto con la natura, con l’obiettivo di sensibilizzare e innescare comportamenti virtuosi verso l’ambiente e il territorio.

L’area su cui si svilupperà il bosco è stata occupata in passato da un allevamento. Per questo è particolarmente rilevante la bonifica che viene fatta da Unicoop Firenze, e monitorata e rendicontata da Legambiente, e che prevede la rimozione e l’avvio al riciclo di 17.000 tonnellate di rifiuti solidi, fra cemento, asfalto, calcestruzzo.

In questo modo il suolo verrà restituito al ciclo naturale di fertilizzazione e assorbimento idrico e sarà possibile iniziare a piantare le tremila piante previste, di cui 800 ad alto fusto lungo, principalmente nella zona che confina con la strada di grande comunicazione Firenze – Pisa -Livorno e 2200 piante e talee forestali.

Questo consentirà di avere importanti benefici per la qualità dell’aria, che aumenteranno esponenzialmente al passare degli anni. Si stima che a 10 anni il bosco potrà assorbire 170 tonnellate CO2 e una mole importante di inquinanti (polveri fini, ossido di azoto, ecc).

Come contribuire al progetto

La raccolta fondi prosegue fino al 21 novembre 2021.

Puoi contribuire a questo importante progetto nelle seguenti modalità:
– online su eppela
– alle casse dei punti vendita Coop.fi donando almeno 1 euro o 100 punti della Carta Socio
– tramite bonifico bancario sul conto corrente dedicato IT57D0503402801000000309251

Unicoop Firenze raddoppierà ogni donazione.
Inoltre, puoi sostenere l’iniziativa anche acquistando nei punti vendita Coop.fi i prodotti ViviVerde: parte del ricavato della vendita sarà destinato al progetto.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti