Voglia di svago: spettacoli dal vivo, arte e cultura

I toscani hanno voglia di ripartire. A confermarlo i dati del sondaggio esclusivo di Modus Ricerche per Unicoop Firenze

L’entusiasmo per la ripartenza non manca: spettacoli dal vivo, concerti, teatro e mostre, la voglia di cultura e di svago post pandemia dei toscani è tangibile. Il 65% dei giovani fra i 18 e i 35 anni, intervistati da Modus Ricerche per un sondaggio esclusivo di Unicoop Firenze, ha dichiarato di aver sentito molto o abbastanza la mancanza delle uscite per i concerti o il cinema. Dato che si ripete anche fra i più “grandi”, che però si sono sentiti “orfani”, oltre che del cinema, in particolare delle visite a mostre e musei.

Il 18% dei cittadini meno giovani si dice propenso a frequentare i luoghi di cultura più di prima della pandemia, mentre rispetto a cinema, concerti e teatri sono i più giovani a voler intensificare l’accesso agli spettacoli.  

Ben vengano, infatti, streaming e piattaforme, ma per due intervistati su tre vedere un film sul grande schermo è un’altra cosa rispetto alla tv. Il budget destinato alle attività culturali fra pre e post pandemia resta invariato per il 68% degli intervistati, il restante 32% si divide circa a metà tra chi spenderà di più e chi di meno. Grande apprezzamento viene dimostrato anche per le attività esclusivamente all’aperto come passeggiate e visite culturali e naturalistiche sul territorio toscano, che riscuotono l’interesse di oltre l’80% dei toscani.  

Ultimo dato del sondaggio riguarda i toscani che si sentono vicini ai lavoratori del mondo della cultura e dello spettacolo. Circa 3 intervistati su 4 ritengono importante tornare a cinema, teatro e concerti proprio per sostenere questo settore, anche se la prudenza la fa da padrona: a inizio giugno, quando sono state realizzate le interviste, il 55% degli intervistati non si sentiva ancora completamente tranquillo nel frequentare teatri, cinema e palazzetti al chiuso.  

Consigli per la ripartenza

Moltissimi anche i suggerimenti che gli intervistati hanno dato rispetto all’importanza e alle modalità per ripartire con le attività culturali. Fra questi: studiare formule e abbonamenti con prezzi speciali per i più giovani, utilizzare Tik tok, Instagram e influencer per coinvolgerli; agevolare la partecipazione delle famiglie con bambini con sconti dedicati; sfruttare gli spazi all’aperto come piazze e giardini; valorizzare la scena locale ed italiana; mettere in commercio “abbonamenti” per più serate; offrire abbonamenti, tessere, ingressi a prezzi convenienti ai giovani; creare  più eventi nello stesso luogo (food, musica, ballo, mostre di artisti locali, eccetera).  

Grande attenzione viene richiesta, nelle risposte alle domande aperte, anche per il rispetto delle norme anticovid e per il contingentamento delle presenze.


Il sondaggio

Sondaggio realizzato con tecnica CAWI (Computer Assisted Web Interviewing). Periodo dal 28/05 al 3/06 2021.
Popolazione di riferimento: popolazione maggiorenne toscana iscritta al panel web modustoscana.it  
Campione di 922 casi rappresentativo della popolazione toscana adulta. Margine di errore massimo sulle stime 3,2% (confidenza 95%).


Maggiori informazioni nell’articolo sull’Informatore on line e che potete leggere anche sul numero cartaceo di Luglio-agosto, dal 29 giugno in distribuzione nei Coop.fi.

Per partecipare ai sondaggi Modus, basta registrarsi su www.modustoscana.it

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti