Giovanni De Nitto. La sicurezza parte da lontano

Dal produttore alle tavole di soci e clienti

In Unicoop Firenze la sicurezza dei cibi è sinonimo di qualità e viceversa. E parte da lontano: dall’attività di ricerca dei nostri fornitori. Su quali basi un nuovo prodotto viene inserito nel nostro assortimento?

Certamente considerando le sue caratteristiche organolettiche, le esigenze del mercato, il desiderio sempre presente nelle nostre scelte di dar valore ai prodotti del territorio, che anche grazie alla nostra cooperativa riesce a crescere.
Ma un elemento imprescindibile è che quel determinato prodotto superi l’esame del nostro Ufficio qualità.

È necessario che sia in possesso delle certificazioni richieste, che lo stabilimento nel quale è prodotto abbia caratteristiche adeguate ai nostri standard, e il processo di produzione deve essere tracciato in ogni sua parte. Nel 2017 sono stati fatti 16.023 controlli su 590 fornitori locali e 103 verifiche nei siti produttivi.
Per i prodotti a marchio i capitolati assolutamente stringenti di Coop Italia garantiscono sicurezza e qualità, con un processo di clausole e controlli rodato negli anni e fra i più avanzati a livello internazionale.

La sorveglianza continua, e anzi diventa se possibile ancora più attenta, nel momento della vendita, con gli esami a campione sui prodotti presenti sugli scaffali e nei banchi, mediante ad esempio analisi chimico-biologiche che affidiamo a laboratori esterni qualificati, dotati di strumentazione ad hoc, in modo che la verifica sia assolutamente oggettiva e garantita.
Gli addetti nei negozi, inoltre, sono adeguatamente formati per seguire il prodotto finché non arriva nelle mani di chi lo consumerà: la verifica della temperatura al banco, il controllo delle etichette e delle scadenze, l’esame visivo della confezione e del prodotto – se ci sono malformazioni, rigonfiamenti, variazioni nella consistenza e nella colorazione – avvengono anche più volte al giorno.

Senza considerare poi i presidi tecnologici che sono stati installati in modo che la sorveglianza sia incrociata, quella umana e quella elettronica insieme per garantirci nella nostra spesa, alimentare soprattutto, ma non solo.
Ci mettiamo nei panni del cliente, perché siamo innanzitutto soci e clienti, e rispolverando dal cassetto della memoria un vecchio slogan degli anni ’70 «la Coop sei tu», ma prima di tutto siamo noi. E in Unicoop Firenze ancora di più.

Giovanni De Nitto
vicepresidente del Consiglio di gestione e responsabile Area merci di Unicoop Firenze

Per ricevere le notizie ogni settimana
* campi obbligatori

Informativa sulla privacy

Lasciando la tua email autorizzi Unicoop Firenze sc a inviarti la newsletter e dichiari di aver letto l’informativa sulla privacy.