Altri 13 ospedali possono teleconsultarsi con il Meyer

Salgono così a 39 le strutture che possono chiedere la consulenza telematica ai medici dell'ospedale pediatrico fiorentino

Un parere in più, che può essere determinante per la cura di un bambino. E’ quello che da questi giorni altri 13 ospedali potranno richiedere al Meyer, grazie alla convenzione dell’ospedale pediatrico fiorentino con altre 13 strutture ospedaliere dell’Ausl Toscana Sud Est. Con questo nuovo protocollo si allarga la rete del teleconsulto pediatrico, che viene a coprire l’intero territorio toscano: 39 ospedali i cui professionisti possono chiedere la consulenza ai medici del pediatrico fiorentino corredando la richiesta con immagini radiologiche e dati sanitari relativi alle condizioni cliniche del paziente.

Tanti i vantaggi del teleconsulto pediatrico ora attivo in tutta la regione: da una maggiore tempestività d’intervento a una migliore qualità e omogeneità delle cure in tutta la Toscana, fino alla possibilità di far lavorare a distanza più professionalità su un singolo caso senza necessariamente spostare il paziente, fermo restando che proprio attraverso il teleconsulto sarà possibile anche valutare l’opportunità di trasferire il piccolo paziente nell’eccellenza pediatrica fiorentina, nei casi più urgenti. 

Il teleconsulto viene attivato sia per per i piccoli pazienti che arrivano negli ospedali toscani in condizioni di emergenza/urgenza, sia in casi complessi e in presenza di patologie croniche. 

Il progetto, partito nel 2016, è stato attivato in un primo momento con la Ausl Toscana Centro, poi la rete di teleconsulenza si è allargata fino a comprendere gli ospedali della Ausl Toscana nord ovest. Ora il cerchio si chiude con i presidi ospedalieri della Ausl Toscana Sud-est.

Per l’assessore regionale alla salute, Stefania Saccardi “la rete pediatrica regionale assicura a tutti i bambini toscani, ovunque vivano, le stesse cure altamente qualificate” mentre Alberto Zanobini, direttore generale del Meyer sottolinea come il teleconsuto “da un lato facilita il collegamento tra i professionisti dei vari nodi della rete, dall’altro favorisce l’assistenza in prossimità del luogo di vita del bambino e della sua famiglia”. 


Unicoop Firenze per il Meyer

Unicoop Firenze ha stretto dal 2017 un accordo che prevede di donare in tre anni un milione e mezzo di euro per garantire ai bambini toscani e non solo un ospedale ancora più grande e accogliente. Le donazioni di soci e clienti alle casse dei supermercati Coop.fi sono già oltre 130.000 euro. Si può contribuire all’iniziativa per tutto il 2020 a partire da 100 punti della Carta Socio o 1 euro. Basta comunicarlo in cassa. Il ricavato andrà al progetto Meyerpiù.

Le donazioni del 2019 sono andate a sostegno dei lavori di realizzazione del Family Center Anna Meyer che sarà arricchito dai disegni del vignettista Tullio Altan. Nel 2018 il sostegno di Unicoop Firenze ha permesso la realizzazione della prima ala del Meyer Health Campus – destinato a diventare sede della didattica e della formazione a livello internazionale -, il finanziamento delle attività propedeutiche alla realizzazione del Family Center Anna Meyer, e la riorganizzazione e l’ampliamento degli spazi del Centro di Oncologia ed Ematologia.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti