Storie di solidarietà

Tutto è iniziato con lo scopo di recuperare i prodotti freschi vicini alla scadenza ed è nato il progetto Coop Buon Fine, che con il coinvolgimento di associazioni del territorio e dei consiglieri della sezione, consentiva giornalmente la raccolta degli alimenti non più commerciabili, presso i quattro punti vendita di competenza della sezione soci portandoli nel luogo di raccolta.

qui venivano consegnati alle persone bisognose indicate dagli uffici comunali competenti, con il contributo di Auser Valdarno inferiore. Il progetto si è evoluto poi con “Alimenta la solidarietà”, che ha previsto la collaborazione con le associazioni dei territori a seguito di un accordo tra Unicoop Firenze e Caritas regionale per l’organizzazione delle raccolte alimentari: la rete territoriale del Valdarno inferiore ha così promosso la costituzione di una vera e propria “piattaforma della solidarietà” attraverso la gestione di un magazzino, preso in comodato d’uso dai comuni che aderiscono alla società della salute del Valdarno inferiore, a Santa croce sull’Arno.

Così il progetto ha preso corpo e si è sviluppato come un’importante realtà solidale capace di aggregare esperienze ed integrarsi anche a livelli sovraterritoriali, come testimonia l’accordo stipulato con la onlus “Re.so” di Empoli per poter distribuire gli alimenti che, per la nostra rete di assistiti, risultano in eccesso. I dati stanno dando ragione al progetto: sono circa 120 i quintali di merce raccolti durante le due raccolte territoriali nell’anno 2018 ai quali si sommano i prodotti provenienti dai negozi e non più vendibili a favore, complessivamente, di circa 100 famiglie seguite dai servizi sociali.

Per saperne di più
sez.vadarnoinf@socicoop.it

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti