Cuciniamo le eccedenze fa scuola

Compie ormai cinque anni l’esperienza di Cuciniamo le eccedenze, il progetto ideato e sviluppato da “SenzaSpreco” della cooperativa “Le mele di Newton” che si occupa di spreco alimentare grazie alla collaborazione con l’istituto alberghiero Chino Chini, e che vede la collaborazione tra gli altri soggetti anche di Unicoop Firenze e della locale sezione soci Coop di Borgo San Lorenzo.

Si tratta di una iniziativa unica nel panorama nazionale che coniuga temi come quello della riduzione dello spreco alimentare, a quello dell’educazione alla cittadinanza e della solidarietà verso le persone in condizioni di difficoltà del territorio.

Un progetto che ha fatto scuola tanto che il prossimo 10 giugno il prof. Occhibove dell’Istituto alberghiero Chino Chini sarà all’Università  di Ferrara per presentare il progetto a livello nazionale.

Le eccedenze donate da due supermercati della zona, tra cui il coop.fi di Borgo San Lorenzo, vengono poi lavorate e messe sottovuoto dai ragazzi dell’alberghiero, per essere poi distribuite a sette cooperative sociali che utilizzano questi prodotti per i pacchi alimentari o distribuzione nelle proprie strutture.

Nel primo semestre del 2019 sono stati donati  circa 1250kg di prodotti  di cui è stato possibile recuperare quasi 650 kg che si sono trasformati in 4378 pasti.

Hanno aderito all’iniziativa: l’associazione “Insieme”, “I Mulino”, “Progetto Accoglienza”, Caritas parrocchiale di Borgo San Lorenzo, la Cooperativa sociale “Arca”, la Misericordia di Borgo San Lorenzo e, nell’ultimo anno anche la Misericordia di Scarperia.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti