Al via Pensati con il Cuore 2019

Riparte il crowdfunding solidale della Fondazione Il Cuore si scioglie

Dopo il successo delle prime due edizioni è ripartita il 30 gennaio la campagna di crowdfunding “Pensati con il Cuore”. L’iniziativa, lanciata nel 2017 dalla Fondazione Il Cuore si scioglie, ha l’obiettivo di fornire un aiuto concreto alle tante realtà che in Toscana, ogni giorno, si impegnano per il bene comune del proprio territorio. Finora sono stati 41 i progetti realizzati, e altri 20 saranno sostenuti corso del 2019.

Con questa iniziativa, negli ultimi due anni, siamo riusciti a mettere a disposizione della solidarietà in Toscana oltre 590 mila euro – dichiara Giulio Caravella, consigliere della Fondazione Il Cuore si scioglie – Una cifra importante che rappresenta un aiuto concreto e immediato per affrontare problematiche come la povertà, la marginalità, la disabilità e la violenza di genere. Ma, soprattutto, abbiamo reso protagoniste le persone, che hanno potuto scegliere quale progetto sostenere e il modo in cui farlo“.

Favorire l’inclusione sociale in Toscana

I primi cinque progetti sono online sul sito eppela.com/pensaticonilcuore e in vari modi cercheranno di favorire sul territorio l’inclusione sociale di chi è più in difficoltà.

A Firenze l’associazione Progetto Itaca Onlus ha l’obiettivo di completare la ristrutturazione e l’arredamento di un appartamento per consentire a un gruppo di ragazzi con disabilità psichica di fare un’esperienza di vita autonoma.

A Empoli il progetto del Centro Accoglienza e della Cooperativa Sociale Il Piccolo Principe mira a diffondere l’esperienza del Calcio Sociale di Avane, nata per ritrovare la vera dimensione del calcio, creando un contesto in cui tutti abbiano l’opportunità di giocare, senza distinzioni d’età, di genere, e di nazionalità, integrando anche persone che con disabilità fisiche o psichiche.
(Leggi la notizia)

A Siena il progetto della Cooperativa Riuscita sociale vuole sviluppare un percorso terapeutico attraverso l’arte per persone con disagio psicofisico. L’obiettivo è quello di creare opportunità occupazionali per rafforzare la loro autonomia.
(Leggi la notizia)

Anche a Prato l’arte e l’artigianalità sono al centro del progetto che vede protagoniste la cooperativa sociale Pane e Rose e la cooperativa Quadrifoglio: attraverso il laboratorio di legatoria e restauro “Le Vie della Carta” si cercherà di dare una possibilità lavorativa a persone che vivono situazioni di svantaggio sociale e di dipendenza patologica.

A San Giovanni Valdarno, invece, la campagna è a sostegno dell’Oratorio Don Bosco, che per tanti ragazzi del territorio rappresenta una casa dove poter condividere un pasto, studiare, fare sport e crescere insieme.

Come contribuire?

Il meccanismo del crowdfunding è semplice: ogni progetto ha un traguardo da raggiungere e un budget necessario per essere realizzato, la metà della cifra deve essere raccolta in maniera partecipata, la restante parte viene cofinanziata dalla Fondazione il Cuore si scioglie, che raddoppia quanto raccolto fino a un massimo di 15 mila euro.

La raccolta fondi dura 40 giorni sulla piattaforma Eppela, dove i progetti vengono pubblicati spiegando a cosa serve e come sarà utilizzata la cifra raggiunta.

Durante la campagna sarà possibile contribuire anche partecipando agli eventi organizzati dalle sezioni soci Unicoop Firenze che sostengono il progetto sul territorio. Grazie al loro sostegno ogni progetto viene adottato dalla comunità in cui è inserito, favorendo la diffusione di relazioni reali, mettendo insieme idee e persone verso la condivisione e il raggiungimento di un obiettivo comune.

Scopri i progetti su eppela!