Unicoop Firenze per la Fondazione Meyer

Rinnovata per altri tre anni la collaborazione fra la Cooperativa e l’Ospedale pediatrico: al centro la ricerca.

Continua per altri tre anni la collaborazione fra Unicoop Firenze e Fondazione Meyer per il sostegno all’ospedale pediatrico fiorentino. È stato firmato oggi l’accordo con cui la cooperativa si impegna a contribuire economicamente allo sviluppo delle attività di ricerca dell’eccellenza pediatrica fiorentina, con uno stanziamento di 100mila euro ogni anno per tre anni. La collaborazione ufficializzata oggi va nel solco di quella che ha coinvolto cooperativa e fondazione negli scorsi tre anni, dal 2017 al 2020, con un importante impegno economico da parte di Unicoop Firenze (500.000 euro per ogni anno) finalizzato al progetto Meyer+.

La ricerca al centro

Il nuovo accordo mette al centro la ricerca, mai come in questo momento necessaria per affrontare le nuove sfide della pediatria. Per il triennio 2021-2023 sono sei le attività che il Meyer valorizzerà, già partendo da una base consolidata, con l’obiettivo di raggiungere una posizione di rilievo internazionale proprio nel campo della ricerca.

Innanzitutto il Meyer si attrezzerà per garantire e accelerare la traduzione delle più rilevanti scoperte scientifiche in ambito pediatrico in programmi di ricerca di alta qualità. Verranno così implementate azioni di carattere organizzativo e di supporto atte a sviluppare nuovi approcci diagnostici nei tempi più rapidi e trattamenti innovativi, eseguire studi clinici controllati e valutare l’impatto degli interventi sulla progressione delle malattie.

Secondo pilastro dell’attività è la promozione dell’interdisciplinarità, ossia della collaborazione tra i migliori ricercatori di diverse discipline per rispondere alle domande più pressanti alle frontiere della medicina in età pediatrica.

Il terzo impegno del Meyer, che sarà anche questo sostenuto da Unicoop Firenze, riguarda la creazione di spazi fisici e il rinnovamento delle infrastrutture tecnologiche. Il futuro va nella direzione della medicina personalizzata, anche per i più piccoli, ma per questo c’è bisogno di spazi fisici per la ricerca e di risorse per un aggiornamento delle infrastrutture tecnologiche dell’ospedale allo stato dell’arte.

La collaborazione con Unicoop Firenze porterà anche a investimenti sui ricercatori più giovani e di talento, che significa borse di studio, tempo protetto per i clinici per perseguire la loro ricerca, un supporto sistematico per lo sviluppo delle carriere e specifici programmi di tutoraggio. Un’attenzione speciale sarà dedicata alla formazione della prossima generazione di ricercatori, senza tralasciare la risorsa ancora non sfruttata appieno rappresentata dalle professioni infermieristiche e tecnico-sanitarie.

Tutte queste azioni combinate, mirano a far sì che l’ospedale pediatrico fiorentino venga a potenziare il suo ruolo in ambito internazionale. Il Meyer infatti aspira a far migliorare la qualità e l’impatto della ricerca pediatrica, anche in collaborazione con i colleghi nazionali e internazionali, dall’accademia all’industria.

Infine, la collaborazione fra Meyer ed Unicoop Firenze intende promuovere la salute pubblica attraverso la divulgazione scientifica. Vista l’importanza della comunicazione degli esiti della ricerca come stimolo ai cittadini per l’adozione di migliori stili di vita, la vasta partecipazione dei soci e clienti Unicoop Firenze sarà fondamentale.

L’accordo firmato oggi infatti prevede che l’attività di supporto della cooperativa al Meyer continui nel segno del coinvolgimento dei soci e clienti della cooperativa.

Negli scorsi tre anni sono state 140.000 le donazioni, anche piccole, di soci e clienti per il progetto Meyer+. Nei prossimi mesi, Unicoop Firenze promuoverà nuove iniziative di raccolta fondi a favore della Fondazione Meyer, raccolte che si aggiungeranno al contributo diretto della cooperativa, questa volta per la ricerca. Proprio la partecipazione attiva dei soci e delle sezioni soci Coop al sostegno al Meyer è uno dei tratti principali della collaborazione.

Prossima l’apertura del Family Center, del Campus e del Parco della salute

Intanto nei prossimi mesi verranno inaugurate le strutture del progetto Meyer+, sostenute anche da Unicoop Firenze, per rendere il Meyer più grande e capace di curare un numero ancora maggiore di bambini. Il Family Center, dedicato ad Anna Meyer, aprirà a maggio prossimo. Fra dicembre 2021 e l’inizio del nuovo anno invece aprirà il Campus, che diventerà il centro di formazione dell’ospedale, con due grandi auditorium e una struttura di tre piani. Infine, nel 2022 sarà pronto il Parco della Salute, il centro ambulatoriale da cinquemila metri quadrati dove si sposterà gran parte delle attività.

Insieme per la salute dei bambini

“Per tre anni, Unicoop Firenze e la Fondazione Meyer hanno lavorato per contribuire a rendere l’Ospedale sempre più grande e accogliente. Oggi questa alleanza per la salute dei bambini si rinnova per un altro triennio: il percorso che ci attende è ancora lungo, ma come Fondazione siamo felici di aver trovato degli ottimi compagni di viaggio”, ha affermato il presidente della Fondazione Meyer, Gianpaolo Donzelli.

“Sostenere il Meyer vuol dire sostenere la parte più indifesa della comunità, i bambini, e investire sul futuro. Rinnoviamo la collaborazione con l’ospedale pediatrico, dopo esserci impegnati negli ultimi tre anni per il suo ampliamento, con un accordo che mette al centro la ricerca scientifica. L’emergenza sanitaria ci ha dimostrato quanto siano importanti team e laboratori che possono studiare come sconfiggere le malattie, quelle attuali e quelle che si potranno sviluppare. Siamo sicuri che il nostro essere a fianco del Meyer verrà sostenuto
fortemente anche da soci e clienti, come già accaduto negli scorsi anni”, dichiara Daniela Mori, presidente del Consiglio di Sorveglianza di Unicoop Firenze.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti