Libertà di muoversi

Macchine condivise, trazione elettrica, bici e tramvia: come cambia la mobilità in Toscana

Mobilità condivisa

Si chiama mobilità condivisa e significa che tutto è condiviso. Può essere l’auto o la bici, può essere la macchina di proprietà utilizzata per dare un passaggio ai colleghi (car pooling) o a improvvisati compagni di viaggio, ma anche la bici che trovi grazie al gps, prendi a noleggio grazie alla app e lasci parcheggiata quando non ti serve più. Di sicuro è la tendenza che sta cambiando la mobilità in Italia e anche in Toscana.

La Toscana, e in particolare il capoluogo, si dimostra campione della sharing mobility, ottimi risultati vengono raggiunti anche a livello di e-mobility, cioè scelta di veicoli elettrici e non inquinanti rispetto ai tradizionali. Nell’estate 2018, Firenze ha visto a metà luglio il battesimo della tramvia fino a Careggi, che farà risparmiare 12.500 tonnellate di Co2 ogni anno e toglierà dal traffico 9300 auto al giorno. Poco meno di due settimane fa, per la precisione l’11 febbraio, presente anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è stato il momento del taglio del nastro della linea verso Peretola: tredici fermate da piazza Unità all’aeroporto, che nel giro di pochi giorni hanno ridotto di oltre 12mila auto il traffico sulla stessa tratta.

Tramvia in festa

Due giorni di iniziative per festeggiare l’arrivo della nuova linea della tramvia lo scorso 23 e 24 febbraio, nel quartiere di Novoli, dove Comune e Quartiere 5 hanno organizzato una serie di eventi per dare il benvenuto alla T2.

Tanti momenti di animazione per bambini, musica dal vivo: tra i gruppi anche la Nuova Pippolese che ha riproposto il brano scritto 140 anni fa per l’inaugurazione del tramvai “Peretola-Firenze” e riarrangiato per il taglio del nastro della T2.

Domenica mattina, al Centro San Donato dove è ospitato anche il nostro supermercato Coop.fi, l’incontro sulla nuova mobilità allo Spazio Comune XL, intrattenimento con i conduttori di Radio Bruno e rinfresco offerto tra gli altri dal nostro supermercato.

La spesa in Tramvia? Il biglietto lo regala il Coop.fi di Novoli

Un biglietto ATAF in omaggio per ogni scontrino che supera 25 euro di spesa al Coop.fi di via Forlanini a Novoli. Il “rimborso” del biglietto per la tramvia, – per ogni scontrino di importo superiore ai 25 euro sarà dato in omaggio un biglietto ATAF da 90 minuti dal valore di 1,50 euro, la promozione è valida sia per i soci, sia per i clienti,- partirà da lunedì 18 marzo per un mese ed è la mobilità scelta da Unicoop Firenze per invitare i fiorentini ad andare a fare la spesa in tram, grazie anche alla nuova linea T2 che si ferma poca distanza dal Centro San Donato.

La carica dell’elettrico

A livello regionale, la Toscana si distingue per la passione per l’auto elettrica: secondo l’ultimo rapporto E-mobility Revolution realizzato da The European House Ambrosetti, la Toscana registra il punteggio più alto per l’Indice del trasporto elettrico.
In pratica la nostra regione si conferma ben avviata verso il futuro, se si avvererà quanto afferma il professor Ugo Bardi dell’Università di Firenze, autore del volume Viaggiare elettrico. Uno sguardo sulla mobilità del futuro.

Per Bardi infatti «l’era del petrolio è in declino ed è inevitabile che la trazione elettrica e i vari sistemi di guida autonoma sostituiscano il motore a scoppio perché meno inquinanti, meno pericolosi e meno bisognosi di risorse preziose e limitate. Obsoleto diventerà anche il concetto di veicolo privato, ma tutto farà parte di un unico grande network, articolato e soprattutto flessibile. I tempi saranno veloci, come quanto visto con la diffusione dei telefoni cellulari. Tra un decennio o due, tutto cambierà e la rivoluzione farà il suo corso».

Sempre a livello regionale, la Toscana si distingue per un uso intensivo dei servizi di car pooling: la top 3 delle province per offerta di viaggi in auto condivisi su BlaBlaCar è composta da Firenze, Pisa e Siena. Da Firenze, le destinazioni con maggiore offerta di passaggi sono Milano, Roma, Bologna, Pisa, Livorno e Torino. Da Pisa, si va soprattutto a Milano, Firenze, Roma, Bologna e Genova, mentre da Siena i viaggi condivisi puntano verso Roma, Milano, Perugia e Bologna. Il tutto spendendo dai 5 ai 25 euro. Da una recente ricerca emerge che il car pooling viene scelto quasi più per la sua dimensione sociale che per una questione di risparmio.

Ricarica la tua auto elettrica nei Coop.fi

Lo sviluppo della mobilità elettrica è subordinato alla disponibilità di centraline di ricarica. Su questo Unicoop Firenze sta facendo la propria parte: dall’inizio del 2019 in alcuni centri commerciali soci e clienti trovano postazioni di nuova tecnologia che permetteranno la ricarica veloce delle auto elettriche. L’elenco completo su www.ecologiaquotidiana.it

Muoversi sostenibilmente conviene

I benefici di spostarsi con i mezzi pubblici non riguardano solo la diminuzione delle emissioni, ma anche la diminuzione del traffico e il miglioramento delle condizioni di vita. Inoltre, con la diminuzione di spese fisse per il carburante, il bollo e la manutenzione, sostituendole con un abbonamento annuale ai mezzi pubblici, si otterrebbe un ottimo risparmio. Anche in termini economici. Il rapporto stimato in un anno è di circa 500 euro e 850kg di Co2 equivalente (dati Legambiente dalla Guida all’ecologia quotidiana).

Punti Coop per chi compra gli abbonamenti

Unicoop Firenze premia chi preferisce i mezzi pubblici e con la promozione “Tutti a bordo”, nel periodo di rinnovo degli abbonamenti – settembre, ottobre – premia chi acquista gli abbonamenti nelle 7 province in cui opera la cooperativa.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti