Estate 2020 nei Coop.fi: come cambiano i consumi e le abitudini

Vendite e presenze in leggero calo, a causa della mancanza di turisti. I toscani continuano a stare – e cucinare – più spesso in casa, dove ricevono parenti ed amici. La spesa continua ad essere meno frequente, ma con scontrini più alti

Un’estate ai fornelli, ricevendo gli amici e cucinando per loro. Facendo la spesa meno spesso e conseguentemente con scontrini più alti, mentre si continua a pensare all’arredamento e alla manutenzione della casa e del giardino e si legge molto. Questa l’estate tipo dei toscani, come la dipingono i consumi registrati nei punti vendita Coop.fi di Unicoop Firenze nel mese di luglio e nei primi giorni di agosto.

Produrre in casa: continua il trend degli scorsi mesi

I toscani hanno imparato a stare ai fornelli e ci hanno preso gusto. Così l’autoproduzione, ad esempio di pane e lievitati, continua anche nei mesi estivi. Lo dicono le vendite di ingredienti di base, come farine, confetture, preparati per dolci, olio, in netto aumento rispetto allo scorso anno. L’olio viene acquistato molto sia per condire (olio di oliva), sia per cucinare e friggere (olio di semi). Continuano a farla da padrona colazioni fatte in casa – l’olio di semi spesso è utilizzato anche per alleggerire la preparazione di alcune torte, in sostituzione del burro, ma crescono anche infusi, fette biscottate e biscotti – e dolci vari.

A casa, ma in compagnia

Che sia la casa in città o quella delle vacanze, i toscani hanno riscoperto il gusto di “ricevere” e non intendono per il momento cambiare abitudini. Così crescono i consumi di pasta, piatti di carne già pronti, veloci da portare in tavola e sfiziosi da assaggiare, salumi e formaggi. In aumento anche gli acquisti di alcolici, soprattutto bollicine e ingredienti per aperitivi fatti in casa, per le feste fra pochi amici e congiunti. Dopo la festa, però spazio alle pulizie. Così ecco che la crescita di consumi di detergenti per stoviglie, asciugatutto e avvolgenti cucina.

Arredare casa e giardino, che passione!

Il trend che vede crescere l’attenzione per lo stare in casa e starci bene porta in alto gli acquisti di prodotti per la casa, come piatti, bicchieri, pentolame. Segno che si dedica tempo alla manutenzione della casa, sia indoor (ndr all’interno), sia, per chi ne ha la possibilità, outdoor (ndr all’esterno). Vanno infatti meglio dello stesso periodo dello scorso anno le vendite di oggetti e arredi per la terrazza ed il giardino, già saliti durante il periodo primaverile 2020.

Leggere, leggere, leggere

La pandemia ci ha insegnato a leggere di più. Così anche nei negozi Coop.Fi nel carrello si fanno spazio uno o più libri. Narrativa e fiction, ma non solo, accompagnano questa strana estate dei toscani.

Meno spese, più pesanti

Non si vedono più i carrelli stracolmi degli scorsi mesi, ma continua la propensione a fare meno spese più “importanti”. Sarà che l’abitudine della lista della spesa, in modo da comprare il necessario e non dimenticarsi niente, ha convinto soci e clienti, sarà che in molte famiglie perdura l’uso di farsi carico della spesa anche per i componenti più anziani, ma si vedono spese più abbondanti e ragionate. Insomma ancora più carrelli e meno carrellini.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti