Tutto ciò che serve per il giardinaggio e per il giardino

Gli attrezzi del mestiere per prendersi cura delle piante e tante idee per rendere più accogliente il nostro giardino

Occuparsi di piante, sia in un giardino sia in un terrazzo, implica l’utilizzo di una serie di strumenti specifici che ci aiutano nel mantenimento e nella cura delle nostre amiche verdi. La cosa più importante nella scelta degli strumenti necessari, che faremo in base alla tipologia del nostro spazio esterno, è comunque la buona qualità degli stessi. Robustezza e funzionalità, oltre a buoni materiali di costruzione, infatti, sono requisiti fondamentali per lavorare bene e con minor fatica, poiché tutti questi oggetti saranno utilizzati per molti giorni nel corso di un anno.

Potare e tagliare

Le forbici sono indispensabili a chiunque, poiché è impossibile prendersi cura delle piante senza questo attrezzo, necessario per le potature, la recisione dei fiori e le cimature. Per chi pratica giardinaggio come hobby sono sufficienti buone forbici con lame resistenti e ben affilate. Le sceglieremo anche in base alla grandezza delle nostre mani però, perché dobbiamo poterle maneggiare senza sforzo.

Tra le varie tipologie segnaliamo anche le forbici da erba; nel caso avessimo il classico “fazzoletto” di prato, potremo tranquillamente tosare il manto erboso con queste grandi forbici atte all’uso. Immancabile la paletta, come quella con manico di legno (la più bella e rustica), che ci aiuterà in mille piccole occasioni. È bene averne più di una: quella classica, stondata, quella appuntita e magari una di quelle più capienti, che ci aiuterà per prelevare terriccio o compost. Anche un segaccio è utilissimo: se dobbiamo recidere rami di notevole diametro o molto resistenti, come in certe vecchie rose, è un alleato indispensabile. Prezzi e modelli svariati anche per seghe e segacci: è bene scegliere quelli con lame di alta qualità, così la lavorazione sarà più precisa e più rapida.

Contro le erbacce

Per aiutarci a rimuovere le erbacce, esistono tanti tipi di estirpatori:il più semplice ed economico è quello a lama stretta che entra in profondità e protegge inoltre le radici delle piante ornamentali che sono nei pressi delle infestanti. Un sarchiello o una piccola forca, invece, permettono di smuovere il terreno in piccole aiuole o nei vasi, rompendolo e areandolo. Quest’operazione si può compiere anche con una zappetta da giardinaggio, che sarà necessaria pure per rincalzare il terreno, rompere le zolle e per sarchiare. Un rastrello nel caso del giardino è senz’altro utile: ci permette di raccogliere le foglie secche, l’erba tagliata e di spargere concime o ghiaino.

L’annaffiatoio è fondamentale per sostituire l’irrigazione con la canna, che nel caso di piante in vaso è sconsigliata; inoltre con il dispersore a pioggia, di cui gli annaffiatoi sono muniti, potremo garantire un apporto idrico equilibrato a semine e giovani piantine, oltre a contenere i consumi. È consigliabile dotarsi di annaffiatoi con capienze diverse, per un’ottimizzazione del lavoro.

Per mani a posto

Guanti da giardinaggio da indossare sempre e comunque; per proteggere le mani nel caso di potature, o dallo sporco eccessivo dei lavori con la terra, ma anche quale presidio di sicurezza per insetti, sostanze emesse da piante irritanti o trattamenti che potrebbero essere necessari per la cura delle malattie delle piante. Utile fare una scorta di guanti di ogni tipo per avere sempre quelli giusti a disposizione. Infine, un’accurata manutenzione di tutto ciò che usiamo durante il lavoro garantirà lunga vita agli attrezzi e anche un bel risparmio, poiché eviteremo di ricomprarli. Quindi impariamo a pulirli alla fine della lavorazione, evitiamo di lasciarli sparsi in giardino e riponiamoli in un luogo asciutto e possibilmente pulito. Buona norma anche lavare e asciugare le lame, così come ogni tanto lubrificarle.

Come ti arredo il giardino o il terrazzo

Le idee per rendere più bello e confortevole il nostro giardino sono tante. Se abbiamo spazio possiamo mettere un dondolo per cullarci ai primi tepori della primavera, magari con un ombrellone che ci ripari dal sole battente della stagione estiva. Possiamo rinnovare il nostro tavolo e le nostre sedie per goderci così una colazione o un pranzo all’aperto, mettere una sdraio o poltrona. Scegliendo l’opzione consolle, ovvero richiudibile dopo l’utilizzo, possiamo salvare ancora di più lo spazio. Per il terrazzo le opportunità non mancano, dal tavolo fioriera ad un piccolo tavolino con due sedie per regalarsi un momento di relax.

Sul catalogo Primavera di piùscelta, il servizio di vendite on line per i soci Unicoop Firenze, ci sono tante proposte per arredare e curare gli spazi aperti.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti