Polli a marchio Coop: eliminato completamente l’uso degli antibiotici negli allevamenti

Gli allevamenti sono cambiati e gli animali vivono meglio. Il cambiamento ha toccato poi tutte le filiere, per un totale di circa 2000 allevamenti e 30 milioni di animali. Il percorso prosegue e nuove tappe sono già all’orizzonte nel settore ittico.

“Ricomicio da tre” e da un pollo arrosto che, con tre garanzie in etichetta, attraversa il mondo, a bordo dell’ormai famoso carrello della buona spesa del nuovo spot Coop. Il percorso che dal 2017 ha rivoluzionato l’uso degli antibiotici nel sistema di allevamento continua, e quello che è fatto è scritto e certificato. Ad oggi la filiera “modello” è quella del pollo dove gli obiettivi sono stati raggiunti al 100%: gli allevamenti sono cambiati e gli animali vivono meglio.

Il cambiamento ha toccato tutte le filiere, per un totale di circa 2000 allevamenti e 30 milioni di animali. Il percorso prosegue e nuove tappe sono già all’orizzonte nel settore ittico. Per il 93% di italiani che, secondo il Rapporto Eurispes 2019, sceglie ancora un regime onnivoro, è una buona notizia.

Dall’uovo al tacchino

Eliminazione dell’uso degli antibiotici fin dalla nascita, alimentazione senza Ogm e tre traguardi di benessere dichiarati in etichetta per 23 milioni di polli di filiera Coop: più spazio in allevamento, condizioni di luce naturale e i cosiddetti “arricchimenti ambientali” che riproducono il loro habitat naturale (balle di paglia, posatoi). 

Dal 2010 Coop ha messo al bando le uova, a marchio e non, di galline ovaiole allevate in gabbia. Dal 2018 tutte le uova a marchio provengono da galline allevate senza l’uso di antibiotici sin dalla nascita, per un totale di oltre 200 milioni di uova prodotte da circa 2 milioni di galline. Da febbraio 2019, il bollino “allevato senza antibiotici” arriva anche per i prodotti freschi di tacchino a marchio Coop Origine.

Sulle altre filiere lavori in corso

Sulle altre filiere i lavori sono in corso con un impatto a molti zeri: 80.000 vitelli, circa 200.000 bovini, oltre 300.000 suini sono alcuni dei numeri del senza antibiotico che procede insieme al miglioramento delle condizioni di vita e dell’alimentazione degli animali. Da maggio 2018 arrivano sul banco salumi Origine e Fior fiore con il bollino di “allevato senza l’uso di antibiotici negli ultimi 4 mesi di vita” (pancetta, mortadella, salame, wurstel, prosciutto cotto, salsiccia, coppa). 

Fronte mare 

Da ottobre 2018 anche tutto il pesce di allevamento Origine Coop è allevato senza l’uso di antibiotici negli ultimi sei mesi di vita: 8 fornitori, 11 stabilimenti, 76 impianti di acquacoltura e 19 mangimifici che hanno ridotto la densità degli animali e migliorato la qualità delle acque e dell’alimentazione, con mangimi non ogm, senza coloranti artificiali (per il salmone), senza anabolizzanti, grassi di origine animale terrestre e ormoni naturali e di sintesi.     

Per ricevere le notizie ogni settimana
* campi obbligatori

Informativa sulla privacy

Lasciando la tua email autorizzi Unicoop Firenze sc a inviarti la newsletter e dichiari di aver letto l’informativa sulla privacy.