10 cose che non sapevate sulle uova

Salva pranzo e cena anche per i cuochi meno esperti, versatili in cucina e protagoniste di mille ricette

L’alimento più semplice e amato nel mondo. Bollito, all’occhio di bue, in frittata, nelle torte, salate e dolci, è fondamentale sempre e il protagonista di mille ricette, dalla pasta fatta in casa alle creme.

Per cultori, mangiatori e cucinatori, ecco a voi qualche curiosità sul pianeta uovo. Perché forse non tutti sanno che…

Lo sapevi che?

  • Un uovo pesa tra i 50 e i 70 grammi, in base alla “taglia” (S, M, L, XL). In uovo medio, il guscio pesa circa 6 grammi (10%), il tuorlo circa 17 (30%) e l’albume circa 37 grammi (60%).
  • Se immergete un uovo in acqua e questo galleggia, allora l’uovo è vecchio perché, con il tempo, la sacca d’aria fra guscio e albume si riempie di aria tanto da favorire il galleggiamento.
  • Approssimativamente si producono 1,2 trilioni di uova annualmente. Una persona in media consuma all’incirca 173 uova all’anno, il 40% della produzione mondiale si consuma in Cina.
  • Per l’elevato contenuto di proteine, l’uovo è tra gli alimenti più nutrienti al mondo. Un uovo grande contiene circa 9 gr di proteine, 8 gr di grassi, tracce di carboidrati e tutti i minerali e le vitamine essenziali (eccetto la C) presenti sopratutto nel tuorlo.
  • Le uova sono vendute non refrigerate per evitare che durante il trasporto a casa, essendo stata interrotta la catena del freddo, lo sbalzo di temperatura formi umidità sul guscio che potrebbe favorire una proliferazione batterica. Non appena arrivati a casa, dunque, è opportuno riporre le uova in frigorifero e non toglierle più fino al loro consumo.
  • Le uova durano più a lungo se vengono conservate con la parte più appuntita verso il basso, in quanto la parte smussata presenta una cella d’aria tra la membrana interna e quella esterna. Durante la conservazione, l’uovo perde umidità e la cella d’aria diventa più grande. Mantenere la cella d’aria sopra può prevenire la rottura dell’uovo che rischierebbe di andare a male.
  • Più facile separare il tuorlo dall’albume quando l’uovo è freddo, appena tolto dal frigorifero.
  • Il guscio è spesso dai 0,3 ai 0.4 mm. È permeabile e contiene tra i 7.000 e i 17.000 pori. I pori facilitano lo scambio d’aria tra il contenuto dell’uovo e il mondo esterno durante la cova e la schiusa. A causa di questi pori, le uova non dovrebbero mai essere conservate vicino ad alimenti dall’odore forte perché potrebbero assorbirlo.
  • Grazie alla forma ovale, le uova sono molto resistenti: anche se hanno un guscio molto sottile, possono sopportare la pressione di diversi kg. Se la forza viene applicata da qualsiasi punto del guscio, questa viene distribuita uniformemente sull’intera superficie dell’uovo. Questa “forza nascosta” è particolarmente importante nel periodo di cova.
  • E’ nato prima l’uovo o la gallina? Numerose ricerche evolutive hanno chiarito una volta per tutte che l’uovo esiste da ben prima della comparsa degli uccelli: le prime uova risalgono alla specie animale dei rettili, vissuti circa 350 milioni di anni fa, mentre le prime tracce di uccelli risalgono a 150 milioni di anni fa.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti