Agrabah e Fondazione Il Cuore si scioglie: obiettivo centrato grazie alla sezione soci Coop di Pistoia

Successo per la raccolta fondi “Il fine giustifica il mezzo”, nata per supportare l’autonomia dei ragazzi con autismo e parte della campagna Pensati con il cuore di Fondazione Il Cuore si scioglie

Quindicimila euro in 40 giorni. Tanto sono riuscite a raccogliere Agrabah, Associazione genitori per l’autismo, e la sezione soci Coop di Pistoia per il progetto “Il fine giustifica il mezzo”, nato per sostenere l’acquisto di un’auto destinata a supportare l’autonomia dei giovani adulti con disturbi dello spettro autistico.

L’iniziativa, parte della campagna di crowdfunding Pensati con il cuore della Fondazione Il Cuore si scioglie, ha compreso sia una raccolta fondi online sulla piattaforma Eppela sia una serie di appuntamenti e incontri promossi sul territorio dalla sezione soci e dall’associazione per supportare il progetto. Come previsto dal meccanismo dell’operazione, una volta raggiunta la somma pari alla metà di quella prefissata la Fondazione Il Cuore si scioglie ha raddoppiato l’importo. L’obiettivo, dunque, è centrato e i ragazzi coinvolti nei percorsi di vita autonoma nelle strutture della Fondazione Raggio Verde potranno presto beneficiare di una vettura dedicata alle loro necessità.


«Siamo felici di aver raccolto così tanta adesione e partecipazione attorno al nostro progetto – dicono Alvaro Gaggioli e Rossella Nausanti, rispettivamente presidente e vicepresidente di Agrabah – che fa parte del nostro impegno per un obiettivo davvero importante: promuovere l’autonomia personale dei giovani con autismo per aiutarli ad affrontare un domani nel quale non potranno più contare sull’assistenza dei familiari. Ci preme dunque aiutarli a costruire un proprio progetto di vita, offrendo loro opportunità abitative, di lavoro e ambienti adeguati allo sviluppo di una vita indipendente, come l’appartamento nella frazione di Bonelle (PT), realizzato dalla Fondazione Raggio Verde per aiutarli ad abituarsi gradualmente a vivere da soli. Per questi ragazzi, l’auto sarà un piccolo ma fondamentale tassello verso l’autonomia».

«Il progetto Il fine giustifica il mezzo ha raggiunto l’obiettivo e non possiamo che esserne soddisfatti – afferma Paola Birindelli, presidente sezione soci Coop di Pistoia – soci e cittadini hanno risposto con entusiasmo a questa raccolta fondi che nasceva con due scopi: da una parte sostenere economicamente Agrabah per l’acquisto dell’auto, dall’altra parlare di inclusione ed autonomia delle persone con autismo e sensibilizzare tutti i cittadini su questo tema. Siamo felici di aver visto una grande partecipazione agli eventi della raccolta, a testimonianza di una solidarietà importante sul nostro territorio e di una gran voglia di fare rete».

Oltre ai sostenitori della raccolta fondi su Eppela, l’associazione Agrabah desidera ringraziare fortemente i molti amici, famiglie, associazioni e rappresentanti istituzionali che da marzo a oggi hanno aderito alle iniziative organizzate sul territorio. Partecipatissime sia la cena alla Casa del popolo di Bonelle sia l’open day organizzato in occasione della Giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo alla Casa di Gello.

Molte anche le persone che hanno preso parte alle passeggiate culturali promosse a supporto del progetto dall’associazione Oltre Pistoia. Numerosi, infine, anche i biglietti venduti per lo spettacolo “L’albero delle parole”, che sarebbe dovuto andare in scena al teatro Manzoni di Pistoia lo scorso 2 aprile e che ha comunque dato un contributo determinante al successo della campagna.

Lo spettacolo di Maura Del Serra, interpretato dalla compagnia Il Rubino per la regia di Dora Donarelli, è rinviato a sabato 14 maggio alle ore 21 (i biglietti acquistati in precedenza restano validi per la nuova data; prevendite presso la biglietteria del teatro Manzoni – info al 3711381839).

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti