Pensati con il Cuore va in TV

Il racconto dei progetti della campagna di crowdfunding della Fondazione Il Cuore si scioglie su Tv2000 dal martedì al venerdì alle 19.30. Si parte giovedì 16 gennaio con Il Giardino dei Libri a Firenze. Si continua con storie di "solidarietà partecipata" dalla Toscana

I progetti Pensati con il Cuore della Fondazione Il Cuore si scioglie diventano una serie tv. Otto puntate realizzate da Berta Film, che andranno in onda su TV2000 alle 19.30.

Si parte domani giovedì 16 gennaio con il Giardino dei Libri di Firenze, ma le puntate del documentario gireranno la Toscana, per raccontare i progetti realizzati grazie alle raccolte fondi solidali della Fondazione Il Cuore si scioglie, in collaborazione con le sezioni soci di Unicoop Firenze. 

Pensati con il Cuore

Pensati con il Cuore infatti è la campagna di crowdfunding lanciata nel 2017 dalla Fondazione Il Cuore si scioglie, per sostenere le tante realtà che in Toscana, ogni giorno, si impegnano per il bene comune del proprio territorio. Obiettivo: mobilitare i cittadini e le sezioni soci sul territorio per realizzare progetti concreti proposti dalle singole associazioni. Finora sono stati 61 i progetti realizzati, con oltre 25 mila persone coinvolte e 920 mila euro messi a disposizione di chi sul territorio affronta problematiche relative alla povertà, alla disabilità, all’integrazione e alla violenza di genere.

Il trailer della seconda puntata

L’iniziativa prevede che ogni progetto venga messo online sulla piattaforma eppela, con un traguardo da raggiungere e un budget necessario per essere realizzato. Metà della cifra deve essere raggiunta in maniera partecipata, la restante parte viene cofinanziata dalla Fondazione il Cuore si scioglie, che raddoppia quanto raccolto fino a un massimo di 7.500 euro.

La Fondazione Il Cuore si scioglie si pone come promotore di solidarietà e quelle raccontate da Berta Film e Tv2000 sono storie di persone e associazioni a fianco di chi è in difficoltà per dare un’opportunità a quanti non l’hanno mai avuta, con la convinzione che quando le persone si mettono in rete la solidarietà diventa un progetto possibile.

Le storie in programma

PUNTATA 1 – 16 gennaio BARBERI – Il Giardino dei Libri

La Cooperativa Sociale “Gaetano Barberi” nasce nel quartiere Santa Croce di Firenze negli anni ’90, da un gruppo di ragazzi che già fin dagli anni ’70, spinti da motivazioni religiose, politiche, sociali, avviano gratuitamente corsi scolastici per il conseguimento della Licenza Elementare e Media.

Nel documentario si racconta l’apertura di una biblioteca per tutta la cittadinanza nel giardino di un centro diurno per persone diversamente abili, con lo scopo di costruire, attraverso la passione letteraria, un ponte tra portatori di handicap e i cosiddetti “normodotati” (foto delle casette dei libri in allegato).

2 PUNTATA – 17 gennaio HELP CENTER- Casa Serena

Il documentario racconta il progetto di accoglienza e i percorsi di inserimento lavorativo per le donne e le giovani madri ospiti della struttura di accoglienza “Casa Serena” di Firenze, e per quanti vivono condizioni di estrema marginalità sociale e si rivolgono allo sportello di ascolto “Help Center” del binario 2 della Stazione Ferroviaria di Santa Maria Novella.

3 PUNTATA – 21 gennaio MOSAICO – Le Tessere della Solidarietà

L’artista Andreina Carpenito decise, insieme a don Santi Chioccioli, di salvare dalla demolizione la piccola chiesa dello Spirito Santo all’Indicatore vicino a Arezzo, resa nel tempo quasi inagibile. Pensò quindi di dotare la Chiesa di opere d’arte. Tra queste un monumentale mosaico che ha riunito una comunità e mostrato un esempio virtuoso di resilienza. Un lavoro colossale, realizzato da centinaia di persone di tutto il mondo: sarà completato tra 10-15 anni ed è già il mosaico più grande d’Europa. 

4 PUNTATA – 22 gennaio SIPARIO – Dove niente è scontato

Il documentario racconta l’attività dei “Ragazzi di Sipario”, giovani con disabilità che cercano col sorriso la strada per crescere e integrarsi nella società, contribuendo così al benessere dell’intera collettività, sostenendo i valori di promozione umana e integrazione sociale dei cittadini. La Cooperativa sociale di tipo “B” I Ragazzi di Sipario, nasce dall’esperienza dell’associazione Sipario, nata nel 2004, quando i genitori di tre ragazzi si sono interrogati sulle possibilità che attendevano i loro figli disabili appena diplomati.

5 PUNTATA – 23 gennaio VILLA LORENZI – Tra dire e fare c’è ascoltare

Villa Lorenzi e il progetto nato per la riabilitazione di giovani dipendenti e disagiati. Attraverso le parole della presidente Zaira Conti e di alcuni ragazzi ospiti della struttura, il documentario descrive le possibilità offerte da Villa Lorenzi. Punte di diamante di questo percorso riabilitativo sono i laboratori artigianali di falegnameria e carta dove gli ospiti della struttura vivono un vero e proprio risveglio, riacquisiscono autostima e sicurezza nelle proprie capacità.

6 PUNTATA – 24 gennaio ORTOLANI CORAGGIOSI

Il documentario racconta le storie di tre giovani con autismo e la loro avventura come agricoltori all’interno del progetto “ortolani coraggiosi” della cooperativa sociale Sinergic@.

7 PUNTATA – 28 gennaio CASA ITACA – La Mia Casa a Itaca

Il racconto di tre ragazzi affetti da problemi di salute mentale che, attraverso la fondazione Progetto Itaca Onlus, trovano la propria indipendenza: vanno a vivere da soli per la prima volta nella loro vita.

8 PUNTATA – 29 gennaio CALCIO SOLIDALE – Tutti Sono Protagonisti

Juri, ex calciatore dell’Empoli, guida un gruppo molto eterogeneo di calciatori: “CalcioSociale” è un progetto socio-educativo del Centro di Accoglienza di Empoli gestito dalla Cooperativa Sociale ‘Il Piccolo Principe’ e si pone l’obiettivo della socializzazione e della crescita personale e di gruppo attraverso il gioco del calcio. Partecipano tutti, senza distinzione di età, sesso o problemi psico-fisici.

Per ricevere le notizie ogni settimana
* campi obbligatori

Informativa sulla privacy

Lasciando la tua email autorizzi Unicoop Firenze sc a inviarti la newsletter e dichiari di aver letto l’informativa sulla privacy.