Re dello scaffale

Oltre 3 milioni di euro risparmiati da soci e clienti in tre mesi.

Niente è scontato, nemmeno capire cosa è veramente scontato, quando da ogni parte arrivano offerte, sconti “shock”, promozioni “fuori tutto” e promesse di convenienza “mai vista prima”. Via cellulare, in cassetta, con banner che invadono la navigazione, è un bombardamento che genera molta confusione e una domanda sospesa nelle tasche dei consumatori: ma alla fine, qual è il prezzo che davvero conviene? E come riempire il carrello per salvare qualche risparmio senza perdere qualità?

In casa Unicoop Firenze la risposta sta in un numero: 3,2 milioni di euro che, da ottobre a dicembre, soci e clienti hanno risparmiato scegliendo i 700 prodotti Coop dell’iniziativa Ancora più convenienti, in vendita con un ribasso medio del 14%. Con meno marketing promozionale e più convenienza di qualità, nelle tasche di soci e clienti è rimasto oltre un milione di euro di risparmio al mese: la campagna ha puntato tutto sul prodotto a marchio e sulle sue garanzie di qualità, sicurezza ed eticità che, invece, non conoscono sconti né stagioni di ribasso. Perché conviene davvero solo se è anche buono e fa bene.

A conti fatti

Nell’eccesso di opzioni e promozioni, con la campagna Ancora più convenienti a ottobre 2018 Unicoop Firenze ha rilanciato la propria linea, quella di sempre, che sta nel dna della cooperativa: la convenienza, un primato da garantire tutti i giorni, con il miglior prodotto possibile, per il maggior numero di consumatori.

Il messaggio ha colto nel segno dei bisogni dei consumatori, sempre più attenti alla qualità e a scelte sostenibili per l’ambiente, per la salute e per il portafoglio. I dati di vendita parlano chiaro: nei tre mesi i 700 prodotti inseriti nell’iniziativa hanno raggiunto i 23 milioni di pezzi venduti, con un incremento del 23% a valore e del 56% a volume delle vendite. Solo la top 20 dei più acquistati (circa il 3% dei 700 prodotti) ha totalizzato oltre 7 milioni di pezzi venduti, pari al 30% delle vendite legate all’iniziativa. Fra i più apprezzati i prodotti Origine, che con pochi articoli hanno raggiunto oltre mezzo milione di pezzi venduti.

La campagna è stata anche l’occasione per far conoscere meglio prodotti a valore aggiunto, come quelli della linea Bene.sì, i cosiddetti funzionali perché pensati per esigenze particolari, o quelli Vivi verde, amici dell’ambiente, sempre più al centro delle scelte dei consumatori. Complessivamente nel 2018 l’intero assortimento dei prodotti a marchio ha registrato un aumento di vendite complessive, a valore e volume, rispettivamente del 2,3% e dell’1,6%.

Consumi e tendenze

E se non fossero le vendite di Unicoop Firenze a dirlo, sarebbero le ricerche su consumi e stili di vita: fra queste il XV Rapporto Marca sull’evoluzione dei prodotti a marca del distributore in Italia, a cura di Iri e Nomisma, presentato lo scorso gennaio a “Bologna fiere”. Dall’osservatorio 2018 emerge che il prodotto con il marchio della catena di distribuzione piace sempre più: in un caso su due rappresenta la prima scelta e non un prodotto sostitutivo della marca industriale. Perché piace? Perché nel tempo ha saputo guadagnare terreno, reputazione e fiducia in termini di sicurezza e tracciabilità dei prodotti.

Non solo: da prodotto “copia”, il prodotto a marchio è riuscito a evolvere diversificando l’offerta, personalizzando le linee e innovando confezioni e immagine. Il consumatore amante di questi prodotti è attento agli sprechi, cerca qualità, benessere, sicurezza e tutela dell’ambiente, nonché prodotti italiani. Inoltre, sceglie questi prodotti consapevolmente, tanto che il 40% dei consumatori cambierebbe punto vendita se non li trovasse e la metà sarebbe disposta a fare persino più strada pur di trovarli.

Punti e spunti: le novità 2019

In arrivo per i soci di Unicoop Firenze nuovi vantaggi, che saranno proposti nelle prime due pagine del volantino quindicinale: protagonista in copertina un prodotto acquistabile con denaro e punti che, in questo caso, raddoppieranno il loro valore. In seconda pagina, invece, un cestino con dieci prodotti di largo consumo che permettono di accumulare punti extra: uno spunto utile per la spesa quotidiana, con relativi prezzi, totale spesa, ricetta e consigli d’uso.

«In un momento come quello attuale, dove le disuguaglianze crescono e il potere d’acquisto delle persone diminuisce, la nostra azione vuole offrire la possibilità di risparmiare ancora di più, tutti i giorni e con una qualità dei prodotti garantita» spiega Giovanni De Nitto, vicepresidente del consiglio di gestione e responsabile Area merci di Unicoop Firenze.

«Per Coop la sicurezza è un pezzo essenziale della propria storia e le filiere sono lo strumento fondamentale con cui garantirla. Il 40% del fatturato dei prodotti a marchio Coop è fatto con filiera controllata, sui prodotti freschissimi ma anche su olio e altri. La nostra linea Origine totalizza più di un miliardo di euro di fatturato all’anno» dice Maura Latini, direttore generale Coop Italia.

I prodotti più venduti ottobre – dicembre 2018

7 milioni di pezzi venduti su oltre 23 milioni totali dei 700 prodotti nei 3 mesi.

  1. Acqua
  2. Latte
  3. Carta igienica
  4. Uova
  5. Candeggina

Da ottobre a dicembre 2018 un milione di euro di risparmio per i soci grazie a 10 prodotti

  1. Petto pollo fette
  2. Prosciutto crudo affettato
  3. Prosciutto cotto Coop fette mosse
  4. Bresaola della Valtellina Igp
  5. Sovracosce di pollo
  6. Speck affettato
  7. Carta igienica
  8. Asciugatutto
  9. Edamer affettato
  10. Olio extravergine biologico

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti