Home Blog Letture in Circolo L’ultimo lenzuolo bianco
L'ultimo lenzuolo bianco

L’ultimo lenzuolo bianco

Autore Farhad Bitani

Casa editrice Neri Pozza Editore

Pagine 208

La valutazione del Circolo

Che emozione ci ha lasciato il libro?

Circolo di lettura sezione soci Coop Firenze nord ovest

In collaborazione con Circolo di lettura sezione soci Coop Firenze nord ovest

I Circoli di lettura sono una comunità di lettori che si ritrovano, una volta al mese, per scambiarsi opinioni e sensazioni su un libro la cui lettura, individuale, è stata decisa di comune accordo.

Trama

Farhad nasce nel 1986 a Kabul. Figlio di un generale della Repubblica Democratica dell’Afghanistan, assiste da privilegiato ai brutali cambiamenti che investono il paese. Il padre diventa un capo mujaheddin e la sua famiglia continua ad essere ancora potente fino al 1992, quando il Paese cade in mano ai talebani e Farhad finisce in povertà, avvicinandosi poi all’Islam fondamentalista. La sua visione del mondo e della religione inizierà a cambiare quando verrà a studiare in Italia.

La citazione degna di nota

Pag. 58 ebook
La forza del mullah Omar risiedeva nello sfruttare l’ignoranza a proprio vantaggio, perché solo chi è senza istruzione, privo di mezzi, può essere facilmente governato

Pagg. 60/61 ebook
Anche le persone normali possono diventare bestie, se vivi in mezzo agli animali diventi un animale.

Le nostre riflessioni

Il libro ci ha suscitato sconcerto ed inquietudine ma è stata una lettura interessante perché ci ha permesso di ripercorrere le vicende geopolitiche dell’Afganistan. È un libro crudo, un racconto autobiografico che non fa sconti.

Ci è servito per capire l’Afghanistan e le radici del fondamentalismo di quel paese e quali bassezze sono in grado di fare gli uomini per i soldi e il potere, in questo caso sotto la copertura di un falso islam. “il Corano non insegna l’odio ma l’amore” dirà lo stesso Farhad, dopo aver letto questo testo sacro solo da grande.

Sul finire della narrazione si assiste alla nascita di un nuovo senso religioso inscindibilmente legato ad un principio di fratellanza universale, unica speranza contro il veleno del fondamentalismo.

Lo consigliamo a...

Chi voglia comprendere dalla voce di un testimone diretto la situazione politica e culturale dell’Afganistan e capire come la violenza, in certi luoghi, venga insegnata fin dall’infanzia diventando per tutti, una terribile quotidianità.

Le parole chiave del libro

autobiografia

Afghanistan

talebani

violenza

violenza sulle donne

fondamentalismo

religione

ipocrisia

corruzione