Home Blog Letture in Circolo Le querce non fanno i limoni
le querce non fanno i limoni

Le querce non fanno i limoni

Autore Cosimo Calamini

Casa editrice Garzanti, 2010

Pagine 300

La valutazione del Circolo

Che emozione ci ha lasciato il libro?

Circolo di lettura sezione soci Coop Colle di Val d'Elsa

In collaborazione con Circolo di lettura sezione soci Coop Colle di Val d'Elsa

I Circoli di lettura sono una comunità di lettori che si ritrovano, una volta al mese, per scambiarsi opinioni e sensazioni su un libro la cui lettura, individuale, è stata decisa di comune accordo.

Trama

In un piccolo e tranquillo borgo sulle colline della Toscana vive la famiglia Malquori: Attilio, il padre ex militante del Partito Comunista ed ex voce del gruppo rock i Timidi, con le sue manie e rigidità; Anita, moglie e madre in crisi d’identità; e la figlia Sara, adolescente alle prese con l’inquietudine e la voglia di diventare adulta.

Nel paese è presente anche una radicata comunità islamica e quando inizierà a circolare la voce che proprio in un parco sarà costruita una moschea, tutto cambierà e i cittadini saranno tutti coinvolti nella discussione sulla necessità del costruire “un’astronave aliena edificata tra le vigne e i campanili”.

Cosa siamo disposti a credere e a fare per preservare la tranquillità delle nostre vite che abbiamo conquistato a fatica? Lo scrittore tra dolore e divertimento tratteggia uno spaccato del nostro tempo, con tutte le contraddizioni di una realtà vicino a tutti noi.

La citazione degna di nota

Allora è questo l’orrore?…E’ questo vuoto desolante, è questo silenzio giallo, questo chiodo conficcato nella carne morbida? E’ da qui che bisogna passare perché le querce facciano i limoni? E’ tutto questo o c’è ancora qualcosa?

Le nostre riflessioni

Il libro non ci ha entusiasmato probabilmente perché molti di noi hanno vissuto in prima persona l’episodio al centro del romanzo, la costruzione della moschea a Colle di Val d’Elsa, abbiamo trovato la narrazione superficiale e a tratti “stereotipata” per il tema complesso che viene affrontato. Anche i personaggi sembrano delle macchiette che non hanno consapevolezza delle loro azioni e il quadro sociale del paese risulta anonimo e piatto.

I personaggi all’inizio del libro suscitano sorrisi e divertimento. Inoltre, la descrizione dell’episodio della lista civica, che anche nella realtà è stato un punto di svolta negativo e molto sofferto per “il popolo” di sinistra del paese, doveva essere espresso in modo diverso, in maniera più vera, più dettagliata e aderente con ciò che è successo.

Il romanzo ha però suscitato un interessante dibattito e confronto sulle tematiche delicate affrontate dal libro: la condizione della donna, il razzismo, il mondo islamico, l’accoglienza e l’accettazione del diverso

Le parole chiave del libro

Incomunicabilità

razzismo

accoglienza

diversità

società