Piccoli lettori: libri che nutrono l’immaginazione

Il quarto appuntamento della nostra rubrica è dedicato ai libri senza parole, libri senza testo scritto che affidano il racconto della storia al solo potere delle immagini

Bibliocoop
Bibliocoop
Bibliocoop è una comunità di lettori nata nel 2010 da un progetto di Unicoop Firenze in collaborazione con la Regione Toscana per favorire l'accesso al libro e alla lettura.

Libri senza parole, senza testo scritto, solo immagini. La magia che avviene appena si osservano le prime pagine di questi volumi è tanto semplice quanto potente: la mente del lettore, affascinata dalle illustrazioni, inizia il gioco creativo di invenzione della storia.

A chi si rivolgono questi libri?

Shaun Tan, grande illustratore e autore per l’infanzia, risponde che sono adatti ai lettori più vari e diversi, e ricorda che tutti abbiamo in comune una cosa estremamente preziosa: l’imprevedibile capacità di immaginare.

Sarebbe un errore pensare che tutti i libri senza parole siano facilmente leggibili: l’immagine senza testo deriva spesso il suo fascino proprio dall’essere ambigua e quindi interpretabile in molti modi.

L’ambiguità spaventa gli adulti che si interrogano su quale sia la modalità corretta di lettura delle immagini, e impauriti si lasciano scappare la grande opportunità di divertirsi insieme ai loro alunni, figli e nipoti nella creazione condivisa della storia.

Come si leggono i Libri senza parole?

Non esiste un modo corretto! Sono libri infatti che celebrano la libertà della lettura: libertà di guardare e immergersi nelle sole immagini, di seguire le vicende di un personaggio, di inventare i rumori racchiusi nelle pagine, di dare diverse interpretazioni della storia, che saranno influenzate dal vissuto emotivo dei bambini e dal loro bagaglio di conoscenze ed esperienze.

Un buon suggerimento per iniziare questa avventura con le bambine e i bambini è quello di sfogliare una prima volta silenziosamente le pagine del libro, e poi concedersi il tempo per una seconda lettura che potrà essere l’occasione per divertirsi a dare voce alle immagini. Solitamente questo tipo di libri richiede più di una lettura, per coglierne i dettagli e indagare tutti i particolari.

Qual è il ruolo dell’adulto?

Il ruolo dell’adulto è quello di aiutare la bambina o il bambino ad esprimere le proprie idee piuttosto che a dare la giusta interpretazione della storia, per questo può essere utile usare domande aperte, ovvero quelle domande che non suggeriscono o influenzano una risposta, ma che invitano il bambino a esprimere liberamente quello che pensa. Ad esempio non chiedere al bambino se quel personaggio è buffo, ma piuttosto che cosa pensa di quel personaggio.

E il ruolo del lettore?

Grazie a questi libri il ruolo del lettore è molto attivo e questo permette di far vivere a tutti i bambini, anche a quelli in età prescolare, un’esperienza appagante che rafforza sicuramente la loro autostima.

Sono libri che si leggono prima ancora di saper leggere nel senso comune del termine. I libri senza parole sono accoglienti e democratici perché riescono a superare le barriere linguistiche e culturali permettendo a tutti di vivere il piacere che deriva dalla lettura autonoma di una storia.

Perché è importante proporli ai bambini?

Il potere evocativo delle immagini stimola i bambini ad inventare storie contribuendo così a sviluppare la capacità di immaginare e il sapere narrativo. Tutto questo contribuisce a sviluppare e arricchire il linguaggio.

Proporre questi libri significa anche fare un altro grande dono ai bambini: permettergli di giocare con illustrazioni di qualità non stereotipate e insegnargli a leggere le immagini in un tempo calmo e fermo.

Sfogliare questi libri allena la capacità di osservazione dei bambini e contribuisce a creare una grammatica di riferimento utile anche nella lettura delle immagini in movimento.

Molti libri di sole immagini infatti usano il linguaggio tipico del cinema e della fotografia: primi piani e sguardi che si allontanano aumentando il campo visivo e i dettagli illustrati nelle pagine. I bambini, viaggiando insieme all’adulto nella tavole dei grandi illustratori per l’infanzia, imparano che esistono tanti modi di rappresentare il mondo e affinano così il loro sguardo estetico coltivando la capacità di riconoscere il bello.

Per questo sono un vero e proprio nutrimento per lo sguardo!

Con quali libri iniziare?

Imperdibile Il Palloncino Rosso di Iela Mari edito da Babalibri, considerato un classico della letteratura per l’infanzia, un prodigio di leggerezza ed eleganza grafica che incanterà adulti e bambini. Il libro invita a giocare con l’immaginazione stimolando, attraverso immagini poetiche, la fantasia dei bambini. Da non perdere tutti gli altri libri di questa grande artista.

Ideali per i bambini più piccoli sono i libri della collana I senza parole editi da Lapis edizioni, dove la narrazione procede per semplici sequenze di immagini, come ad esempio nel libro Una giornata speciale di Emanuela Bussolati, autrice che ha la grande capacità di porsi in sintonia con l’animo dei bambini e che in questo albo riesce a descrivere la relazione profonda e giocosa tra un bambino e la nonna.

Un’altra casa editrice che vanta nel proprio catalogo molti libri senza parole è Carthusia, ideatrice anche del Silent Book contest, il primo concorso internazionale dedicato ai libri senza parole. Mentre tu dormi dall’autrice argentina Mariana Luiz Johnson vincitore della seconda edizione del concorso, stupisce per l’uso sapiente dei colori e dei tagli prospettici che caratterizzano la struttura dell’albo. Un libro che racconta le tante avventure possibili che possono accadere nello spazio tra il sonno e il risveglio di un bambino, avventure sempre in bilico tra sogno e realtà.

Un libro ideale per gli amanti dei piccoli formati e delle storie dai finali sorprendenti, è Ladro di polli di Béatrice Rodriguez pubblicato da Terre di Mezzo, che racconta il rapimento di una gallina da parte di una volpe e dei suoi amici che tentano di salvarla da una fine infausta. Un insospettabile amore lascerà tutti a bocca aperta.

Per i bambini che amano inventarsi giochi in giardino e vivere mille avventure consigliatissimo è l’albo Nel mio giardino il mondo di Irene Penazzi edito sempre da Terre di Mezzo. La lettura del libro fa venire proprio voglia di entrare nelle pagine a scavare, osservare, costruire, raccogliere, travasare, insomma di vivere con tutti i sensi la magia di questo luogo.

Chi cerca una storia di amicizia non può perdere Una cosa difficile di Silvia Vecchini e Sualzo, pubblicato da Babao. Qui una parola in realtà c’è, ed è una parola a volte così difficile da dire che solo la bellezza e la potenza delle immagini riesce a farla risuonare forte nel cuore di grandi e bambini.

Per conoscere altri libri imperdibili e approfondire l’argomento vi rimandiamo alla lettura di Meraviglie mute scritto da Marcella Terrusi e pubblicato da Carocci, un saggio completamente dedicato a questo tipo di libri, da leggere con calma e armati di tutto l’occorrente per prendere appunti.

Per crescere bambini sani e forti è fondamentale la qualità e varietà dei nutrimenti proposti, non perdete l’occasione di nutrire i loro sguardi e la loro immaginazione con questi fantastici libri.

Buoni assaggi di lettura a tutti voi!

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti