I Giardini della Bizzarria: ultimi appuntamenti alla Villa La Petraia e al giardino della Villa medicea di Castello

Il 25-26 e 30 settembre, in programma anche visite tematiche teatralizzate. Le visite e gli spettacoli sono gratuiti, con prenotazione obbligatoria

Il 25 e 26 settembre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, e il 30 settembre, sono previsti gli ultimi appuntamenti della rassegna “I giardini della Bizzarria” ideata e promossa dalla Direzione regionale musei della Toscana del MiC, insieme a Stazione Utopia e con il sostegno di Unicoop Firenze.

In particolare, Villa medicea La Petraia e il Giardino della Villa medicea di Castello saranno scenario delle visite tematiche teatralizzate a cura di Florinda Nesticò e Francesco Gori. 

Il calendario

  • Il 25 e 30 settembre alle ore 19.30, “Storie di una regina senza corona” a cura di Florinda Nesticò, attrice e storica dell’arte

​Nel 1864 Rosa Vercellana, da tutti nota come la Bela Rosin, arriva a Villa La Petraia al seguito del suo celeberrimo compagno, il re d‘Italia Vittorio Emanuele II. La visita sarà un’occasione per immergersi nei fastosi ambienti e giardino ottocenteschi e di riviverne la storia accompagnati dai protagonisti dell’epoca.

  • Il 26 settembre, alle ore 17.30, ” A spasso con Cosimo”. Il duca Cosimo I de’Medici  racconta le meraviglie del giardino della (sua) villa di Castello a cura di Francesco Gori, attore e storico dell’arte.

Anno del Signore 1556, Cosimo I de’ Medici è al culmine del suo potere, ha da poco sottomesso la Repubblica di Siena e gettato le basi per la creazione del Granducato di Toscana. Nel frattempo, gli artisti della sua corte hanno portato a termine un’impresa mai tentata prima: tradurre il suo ambizioso progetto politico nelle forme del giardino della sua Villa di Castello, il primo giardino all’Italiana della storia.

In una sera di fine estate, di ritorno dalla sua battuta di caccia pomeridiana, il duca Cosimo accoglierà gli ospiti tra le meraviglie del suo Giardino, tra statue, fontane, grotte e la più importante collezione al mondo di agrumi in vaso, e illustrerà loro la sua visione in cui arte, scienza e politica diventano tutt’uno.


Tutte le visite, le iniziative e gli spettacoli sono gratuiti con prenotazione obbligatoria. Accesso solo con green pass.

Per info e dettagli, clicca qui

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti