Cinque domande sullo Skyr

Tra yogurt e formaggio, c’è anche quello a marchio Coop

Cos’è?

Nonostante si trovi in vendita nel banco frigo tra gli yogurt, al palato è un formaggio cremoso, di latte vaccino magro, la cui prima produzione risale a più di mille anni fa in Islanda, dove veniva consumato come piatto unico. Ultimamente è diventato un superfood di tendenza, perfetto, a tutte le età, come snack di facile consumo anche fuori casa. Leggero e fresco, ha una consistenza particolarmente soffice. Per chi è attento alla linea, un cucchiaino di gustosa scioglievolezza senza sensi di colpa!

Che gusto ha?

Yogurt, kefir, yogurt greco: lo skyr è un po’ tutti e tre ma non assomiglia a nessuno dei tre. Potremmo definirlo un latte scremato fermentato e concentrato, dal sapore più acido dello yogurt greco, ma più pieno e articolato dello yogurt tradizionale, frutto della sua composizione microbica e di un processo produttivo più complesso. Per capirlo con il palato, potete provarlo nelle tre versioni a marchio Coop, disponibili in alcuni dei principali Coop.fi: naturale, al mirtillo e alla vaniglia per una vellutata dolcezza.

Come viene prodotto?

Viene preparato a partire dal latte scremato portato vicino al punto di ebollizione, poi raffreddato a 37-40°C; quindi si aggiungono caglio e colture vive di batteri lattici, la cui digestione conferisce allo skyr il suo aspetto denso e cremoso. Dopo una seconda fase di fermentazione a più bassa temperatura (18°C), durante la quale si attivano i lieviti, viene pastorizzato, raffreddato e filtrato: la rimozione del siero produce un prodotto denso e compatto, meno ricco di zucchero e, per questo, leggermente aspro.

Come consumarlo?

Arricchito con frutta, semi, cereali, miele o marmellata, è un pasto energetico, ma digeribile e molto saziante. Per i golosi attenti alla linea, può sostituire burro e yogurt in ciambelle, torte di mele e plum cake, o per una versione più leggera del cheesecake e del tiramisù alla frutta. Per un fresco mangia e bevi, è ideale per preparare smoothie di frutta e/o verdura, ma è ottimo anche come base per le salse, come lo tzatziki, per guazzetti e mostarde, mescolato alla senape e alla maionese, passando per salse agrodolci e piccanti.

Perché fa bene?

La skyr-mania nasce dal suo gusto nuovo e particolare, ma anche dalle sue virtù nutrizionali. A fronte di un basso contenuto di grassi e di carboidrati, garantisce un buon contenuto di proteine e un importante apporto di vitamine, in particolare D e B12, e di micronutrienti, fra cui magnesio, calcio e potassio, che contrastano la stanchezza. Come molti prodotti fermentati, è utile per migliorare la flora batterica intestinale e il sistema immunitario, oltre a quello metabolico e digestivo.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti