Noemi Manganaro, ricercatrice del MAD Lab di Fondazione Toscana life Sciences

Trentatre anni, appassionata di scienza fin da bambina, è nel team del prof. Rappuoli dallo scorso aprile

Nome: Noemi Manganaro

Età: 33 anni

Luogo di nascita: Messina

Ruolo e compiti: faccio parte del Mad Lab dallo scorso aprile. Nel laboratorio mi occupo del
clonaggio degli anticorpi monoclonali selezionati per la terapia anti Covid-19 e ho sviluppato un saggio per testare l’abilità degli anticorpi di inibire il legame fra proteina Spike e recettori presenti sulle cellule.

Vita da ricercatrice: tutte le giornate sono diverse. Il mio lavoro si divide tra esperimenti in laboratorio e il computer, dove analizzo i dati ottenuti e continuo a studiare. Inoltre, sto supervisionando una tesi magistrale. Non abbiamo orari: si sa quando si inizia, ma non quando si finisce. Lavoriamo in team e portiamo avanti fasi differenti del progetto. Non ci si annoia mai ed è molto stimolante.

Il plus di Toscana life sciences: ho scelto appositamente Siena quando ho deciso di continuare a studiare e fare ricerca. Ero appassionata di scienza fin da bambina, sarà forse merito dei documentari di Piero Angela? Non ne perdevo uno! Di sicuro amo fare ricerca, perché mi permette di guardare sempre avanti.

Il Covid-19 per me è: la pandemia ci insegna che non possiamo mai abbassare la guardia rispetto a nuove possibili malattie infettive. Ci ha fatto capire quanto è importante contribuire
allo sviluppo della ricerca per guardare al futuro e partecipare in maniera fattiva ai suoi progressi.


Sosteniamo la ricerca oggi per tornare vicini domani

Sosteniamo la ricerca oggi per tornare vicini domani è la raccolta fondi a favore della ricerca sugli anticorpi monoclonali portata avanti dal MAD Lab di Fondazione Toscana Life Sciences, promossa da Unicoop Firenze insieme a a Coop Alleanza 3.0, Unicoop Tirreno, Coop Centro Italia, Coop Unione Amiatina e Coop Reno.

L’obiettivo è sostenere i ricercatori e finanziare la ricerca, dando opportunità a giovani talenti che possono cambiare il nostro futuro, a partire dalla cura per il Covid.

Fino al 6 gennaio si può contribuire a favore della ricerca scientifica donando punti della Carta socio o denaro alle casse, sulla piattaforma on line di Eppela e con bonifico bancario sul conto corrente dedicato IT57I0306909606100000175655. 

Le cooperative che aderiscono alla campagna raddoppieranno quanto raccolto e i risultati via via raggiunti saranno monitorati e comunicati. 

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti