Lasagna aperta agli asparagi e Castelmagno

Ingredienti per 4 persone

La preparazione

Eliminare la parte bianca e dura degli asparagi, lavarli accuratamente e tagliarli a circa 9 cm a partire dal fiore. Mettere da parte la rimanenza per la successiva preparazione della crema. Cuocere gli asparagi in una pentola alta e stretta dopo averli legati a mazzo con uno spago per 10 minuti in acqua a bollore lasciando fuoriuscire dall’acqua i fiori, i quali avranno una cottura più delicata a vapore. Successivamente bloccare la cottura in acqua e ghiaccio, quindi asciugarli con panno di cotone e metterli da parte.

Mettere in una casseruola la parte rimanente dal taglio dell’asparago con mezza patata a tocchetti, far rosolare a fiamma dolce il tutto con l’olio e quindi aggiungere di volta in volta un mestolo dell’acqua di cottura degli asparagi per circa 30/40 minuti quindi una volta aggiustato di sale, frullare il tutto in un mixer fino al raggiungimento di una crema morbida e setosa al palato.

Tagliare i 4 fogli di lasagna fresca Fior Fiore sul loro lato corto a 7 cm e cuocere nella rimanente acqua di cottura degli asparagi portata a bollore per un minuto e 30 secondi, quindi scolare e adagiate su carta forno spennellata di olio evo in attesa della preparazione finale.

Scaldare a bagnomaria 100 ml di panna fresca Coop, quindi incorporare 200g di Castelmagno grattugiato fino all’avvenuto scioglimento ed alla densità desiderata, mantenere calda per la preparazione finale.

Sciogliere una noce di burro in una padella e aromatizzarlo con una bacca di vaniglia, quindi introdurre gli asparagi e far rosolare per circa 5 minuti a fiamma allegra, aggiustare di sale.

Per la composizione finale si deve arrotolare in un foglio di lasagna per persona gli asparagi fino a ottenere una forma cilindrica.

Utilizzare un piatto di portata tondo e ampio di diametro con una leccarda spatolare la crema di asparagi sul piatto fino a creare una striscia centrale, adagiatevi poi al centro del piatto il vostro cilindretto di asparagi e lasagna sul quale andrete a versare la fonduta di Castelmagno, guarnire infine il piatto con una granella grossolana di semi di zucca e del finocchietto fresco.

Il video della ricetta

Per ricevere le notizie ogni settimana
* campi obbligatori

Informativa sulla privacy

Lasciando la tua email autorizzi Unicoop Firenze sc a inviarti la newsletter e dichiari di aver letto l’informativa sulla privacy.