Pisa porto di mare, terra di fiume

Incontri, spettacoli, visite, viaggi, cibi per conoscere le tradizioni pisane e mediteranee

Prosegue anche nel 2019 il progetto “Pisa porto di mare, terra di fiume”, avviato a settembre dello scorso anno, per fare conoscere le tradizioni pisane e mediterranee.

Incontri il venerdì nella sala soci del coop.fi di Pisa Cisanello via Valgimigli 1, visite guidate, spettacoli, viaggi, cibi. Si estenderà l’osservazione dall’antichità ai giorni nostri, al rapporto di Pisa con il mare e con i fiumi sulla cui confluenza sosrse l’abitato. E dunque alle linee di costa,a gli approdi marittimi e scali fluviali, alle attività che vi si svolgevano incidendo profondamente nella vita e nell’aspetto della città e dei borghi, dall’antichità ai giorni nostri, alle vie e ai mezzi di collegamento tra Pisa e il mare.

Il calendario dei prossimi incontri

  • Venerdì 8 febbraio, ore 17, nella sala soci del Coop.fi di Cisanello, via Valgimigli 1, Cristiana Torti, “La fabbrica di Bocca d’Arno
  • Venerdì 22 febbraio, ore 17, nella sala soci del Coop.fi di Cisanello, via Valgimigli 1, Giulio Ciampoltrini, “Trine in rosso e guizzi di colore. L’archeologo e gli apparati decorativi dei laterizi nel valdarnese da San Miniato a Marti
  • Venerdì 22 marzo, ore 16.30, Chisa di San Piero a Grado, azione scenica del teatro agricolo e Marco Ronzani (consulenza storica), “San Piero a Grado fra storie e leggenda, santi, pellegrini e cellate“, con la collaborazione dell’Associazione Alif

Info
0503138182, sez.pisa@socicoop.it

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti