Pompelmo e arancia tarocco, preziosi alleati della nostra salute

Sono buoni, poco calorici, ricchi di vitamine, soprattutto la vitamina C, e di sostanze antiossidanti

Parenti stretti, hanno entrambi non pochi fratelli: pompelmo rosa e rosso, arance moro, sanguinello, navel. Sono entrambi un toccasana per la salute, data la ricca composizione nutritiva, l’abbondanza di vitamine, soprattutto la C, e di flavonoidi, sostanze antiossidanti. Le calorie sono ridotte al minimo: dieta e linea ci guadagnano.

Arancia Tarocco rosso

Provenienza: se l’arancia viene dall’Oriente (Filippine o Cina), la varietà Tarocco rosso sembra nata nel territorio di Francofonte, in provincia di Siracusa, da una mutazione dell’arancia Sanguinello. È la più diffusa in Italia. Zona regina per la sua produzione è la piana di Catania con le aree collinari limitrofe.

Caratteristiche: l’intensità del rosso della polpa varia con la stagione della raccolta, da dicembre ad aprile. Il gusto dolce è il risultato di innesti che hanno tolto l’amaro dalle arance, giungendo a un contenuto equilibrato di acidi e zuccheri.

A tavola: una salutare spremuta o una sfiziosa insalata di fettine di arancia con olio, limone, sale, olive e pepe nero? Ma godiamocele entrambe! E se all’insalata aggiungessimo un paio di acciughine, qualche mandorlina e magari un po’ d’uvetta? Quasi quasi…

Un consiglio: se ci facciamo una spremuta di arance, beviamola subito, altrimenti la vitamina C si volatilizza.

Curiosità: il rosso intenso della polpa di queste arance si spiega con la  sensibile escursione termica fra giorno e notte che si verifica nel periodo della maturazione dei frutti e che favorisce la presenza delle antocianine, coloranti naturali dal rosso al blu.

Pompelmo giallo

Provenienza: America o Asia? Per alcuni, proviene dall’Oriente, come gli agrumi in generale. Secondo altri, è nato fra i Caraibi e la Florida ed è giunto in Europa dopo la scoperta di Colombo. Oggi è diffuso in tutto il mondo.

Caratteristiche: abbonda anche di calcio, magnesio, fosforo e potassio. In gran quantità le fibre, che puliscono il tratto intestinale e digerente. Ha effetto diuretico. Vogliamo di più?

A tavola: dalla spremuta al risotto. Il pompelmo giallo assicura gusto, fantasia e divertimento in cucina. Naturalmente con la cottura gran parte delle proprietà va a farsi benedire.

Un consiglio: i medici raccomandano attenzione al consumo di pompelmo in caso di assunzione di statine, psicolettici, ciclosporine: può interferire sul loro funzionamento.

Curiosità: dall’incrocio fra un pompelmo giallo e un’arancia, ecco il pompelmo rosa, più dolce, più fruttosio, tanta vitamina A (in quantità minore la C) e maggior presenza di sostanze antiossidanti. È dimostrata la sua efficacia nel combattere il colesterolo Ldl, quello cattivo.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti