La sezione soci Coop di Pisa per la ricostruzione di Bitti

Un contributo di 1.500 euro è stato donato dalla sezione soci Coop di Pisa alla locale Associazione Culturale Sarda Grazia Deledda per sostenere il paese di Bitti, colpito lo scorso novembre da una alluvione. Servirà per la riqualificazione di una piazza Rovetini: "Sosteniamo un luogo di incontro"

Millecinquecento euro dalla sezione soci Coop di Pisa alla locale Associazione Culturale Sarda Grazia Deledda per sostenere la ricostruzione del paese di Bitti, colpito lo scorso novembre da una alluvione che ha provocato ingenti danni al patrimonio pubblico, alle abitazioni, ai veicoli, mettendo in ginocchio gran parte delle attività economiche e produttive presenti nel centro abitato. 

“Abbiamo deciso di sostenere Bitti e i suoi cittadini, senza pensarci troppo. Abbiamo avuto notizie della gravità dell’alluvione e delle conseguenze in modo immediato, grazie agli storici contatti della sezione con l’associazione. Purtroppo non abbiamo potuto fare tante iniziative, a causa delle restrizioni dovute al Covid, ma abbiamo comunque deciso di sostenere, seppur in piccola parte, il Comune di Bitti” afferma Angiolina Rovetini, presidente sezione soci Coop di Pisa. 

Alla sezione soci di Pisa è arrivato in queste ore il ringraziamento del sindaco di Bitti, Giuseppe Ciccolini e quello della presidente dell’Associazione Culturale Sarda Grazia Deledda Sandra Capuzzi, che sottolinea come “il contributo verrà finalizzato alla riqualificazione di una piazza. Lo andremo ad integrare al contributo nazionale della F.A.S.I. (la Federazione che aggrega 70 Circoli di sardi emigrati e riunisce migliaia di soci originari della Sardegna e di amici dell’isola ). In un paese come Bitti, la piazza vuol dire comunità, incontro. Vuol dire stare insieme, che è quello di cui noi tutti oggi abbiamo bisogno. Grazie ancora alla sezione soci Coop Unicoop Firenze di Pisa”. 

Maggiori informazioni su FB:@associazionesardapisa

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti