Pensati con il Cuore: cinque nuovi progetti di crowdfunding a sostegno di associazioni del territorio

I progetti sono promossi da realtà di Pisa, Sesto Fiorentino, Prato, Siena e Valdarno Fiorentino per le persone più fragili. Quaranta giorni e i prodotti dei fornitori locali per contribuire a raggiungere l'obiettivo. Tutte le informazioni su eppela.com/fondazioneilcuoresiscioglie

Pisa, Sesto Fiorentino, Prato, Siena e Valdarno Inferiore. C’è quasi tutta la Toscana nella prima tranche di progetti “Pensati con il cuore” delle associazioni del territorio, sostenuti dalla Fondazione Il Cuore si scioglie in collaborazione con le sezioni soci Coop.

Tanti i territori – altri se ne aggiungeranno – e varie anche le tematiche affrontate con i primi crowdfunding del 2021, che sono anche i primi che si svolgeranno in tempi di pandemia. Una novità importante è rappresentata dalla possibilità di sostenere i progetti attraverso l’acquisto di un prodotto del territorio, che sarà segnalato nei punti vendita Coop.fi. 

Il meccanismo è quello di coinvolgere e sensibilizzare le persone, facendo conoscere le realtà locali impegnate nella solidarietà e invitando a dare un contributo per la realizzazione di piccoli e grandi sogni. Una volta arrivati a metà della cifra necessaria, la Fondazione Il Cuore si scioglie raddoppia l’importo per centrare l’obiettivo. 

Finora sono andati in porto tutti i progetti presentati dalle associazioni, grazie alle attività delle sezioni soci e alla generosità delle comunità (in tutto 66 progetti per oltre un milione di euro raccolti e 30.000 persone coinvolte). Da oggi si riparte e ci sono quaranta giorni di tempo per contribuire. 

Marina di Pisa – Sosteniamo il Bigfish, per un mare senza barriere!

In una sorta di giro virtuale della Toscana, i progetti “Pensati con il cuore” faranno così tappa a Pisa, anzi a Marina di Pisa. Qui la sfida è realizzare casette attrezzate per la disabilità nello stabilimento balneare Big Fish, dal 2013 il primo in Italia co-gestito da persone con disagio psichico. Alla struttura, già pensata “senza barriere”, accessibile per la disabilità fisica e inclusiva, mancano solo le casette per permettere ai ragazzi, alle loro famiglie e alle persone con fragilità di passare periodi di vacanza senza le difficoltà organizzative e le fatiche di andare e venire dalla città.  

San Miniato – Rinascere dalla Violenza

Nel Valdarno Inferiore, invece, per la precisione a San Miniato, il progetto “pensato con il cuore” dell’associazione Frida Kahlo mira all’organizzazione di laboratori per donne vittime di violenza diretta e bambini che vi hanno assistito, con attività di meditazione, mindfulness (presa di consapevolezza) e yoga, sia nei locali dell’associazione La Ruzzola, sia all’aperto. «Condividere questi momenti è un prezioso modo per rafforzare il rapporto madre-figli» spiegano dall’associazione Frida Kahlo.  

Sesto Fiorentino – Atelier Chicco di grano

Ancora un’attività pensata per sostenere le bambine e i bambini è quella proposta dalla Cooperativa sociale Chicchi di grano per i piccoli ospiti della casa-famiglia di Sesto Fiorentino. Il progetto prevede la riqualificazione degli spazi esterni della casa, che accoglie donne e minori in difficoltà. Così cortili, giardini e spazi esterni diventano luoghi centrali nel progetto educativo non solo nel contesto dell’emergenza sanitaria, ma soprattutto perché offrono spazi di verde ricreativo nei quali sperimentare, pensare, inventare, narrare, giocare. Alla riqualificazione degli spazi si accompagnano laboratori e attività specifiche che mettono al centro l’ambiente naturale come cura al malessere psicologico.  

Siena – Re-inventiamo il Circolo Archimede

A Siena l’associazione Le Bollicine vara la raccolta fondi solidale per sostenere la ristrutturazione e l’eliminazione delle barriere architettoniche di un immobile ricevuto in donazione e che necessita di alcuni lavori per poter diventare uno spazio polivalente per percorsi di socializzazione e integrazione sociale da svolgersi, finalmente, in presenza. Una volta completato si chiamerà Centro Archimede, sarà aperto alla comunità e alle famiglie e conta di essere proprio una bella invenzione!  

Prato – Contrastiamo la fragilità di uomini soli e senza casa

A Prato, infine, l’associazione Il Casolare promuove, con il sostegno della Fondazione il Cuore si scioglie e della Caritas di Prato, la raccolta fondi per sostenere chi, a maggior ragione con l’aggravarsi della pandemia, vive problematiche legate al disagio abitativo. Il crowdfunding servirà infatti per l’allestimento di una casa dedicata agli uomini soli, in difficoltà di autonomia domestica. In particolare, verranno predisposti spazi comuni per favorire la socialità.

Nuove modalità, stesso obiettivo: sostenere le associazioni del territorio

“La Fondazione Il cuore si scioglie non si è mai fermata. Durante i mesi della pandemia siamo stati vicini alle associazioni sul territorio, molte delle quali conosciute e già sostenute attraverso i progetti Pensati con il cuore – fanno sapere dalla Fondazione Il Cuore si scioglie – oggi ripartiamo con altri cinque progetti. Partecipare e aiutare le realtà del territorio a realizzare i loro piccoli grandi sogni sarà possibile con modalità diverse ma ugualmente coinvolgenti: dall’acquisto dei prodotti dei fornitori locali alle cene solidali da asporto, abbiamo studiato nuove forme di partecipazione a cui invitiamo ad aderire. La scommessa è quella di far evolvere la campagna di crowdfunding solidale con nuove modalità, tenendo sempre presente il nostro obiettivo: sostenere il territorio e la rete solidale che vi opera”. 

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti