Insieme per Casa Marta: 60.000€ per la casa dei bambini con patologie complesse

Consegnati alla Fondazione Casa Marta i fondi raccolti con la campagna di Natale di Unicoop Firenze e Fondazione Il Cuore si scioglie. Contribuiranno alla realizzazione a Firenze di un hospice pediatrico che ospiterà bambini con patologie complesse e i loro genitori

Conclusa la raccolta di Natale, Unicoop Firenze e Fondazione Il Cuore si scioglie hanno consegnato questa mattina, presso la sede di Unicoop Firenze, i fondi raccolti con la campagna di Natale per la realizzazione del progetto Casa Marta, una struttura sanitaria a misura di bambino che potrà ospitare piccoli pazienti con patologie complesse e i loro genitori.

Alla consegna, erano presenti Daniela Mori, presidente del Consiglio di Sorveglianza di Unicoop Firenze, Benedetta Fantugini, presidente della Fondazione Casa Marta, la cuoca e food blogger Luisanna MesseriSara Biagi, vicepresidente della Fondazione Il Cuore si scioglie e Emidio Granchi, responsabile forneria Unicoop Firenze.  

I numeri della campagna di solidarietà

Una campagna molto partecipata, iniziata a dicembre e terminata i primi giorni di gennaio, che ha permesso di raggiungere 60mila Euro, una cifra al di sopra di ogni aspettativa, di cui 15mila raccolti grazie alla vendita dei mille panettoni prodotti da Unicoop Firenze con la ricetta firmata da Luisanna Messeri 45mila attraverso le tante iniziative realizzate sul territorio grazie al grande impegno delle sezioni soci Coop e dei lavoratori della Cooperativa: cene, mercatini, tombolate, serate danzanti che hanno registrato tanta partecipazione e mostrato, ancora una volta, la generosità dei cittadini toscani. 

La prima pietra di Casa Marta è stata posata a luglio scorso e, al momento, sono in corso i lavori di ristrutturazione, con l’obiettivo di poter ultimare il progetto nel 2023 e mettere in servizio la struttura a partire dalla primavera 2024.  

«Questo progetto è un esempio, per tutti noi, di come, a volte, dai dolori più grandi possono nascere grandi cose. Siamo molto orgogliosi di poter partecipare alla realizzazione di Casa Marta che rappresenta una conquista di civiltà per il diritto dei bambini ad avere standard di cura all’avanguardia, offrendo, al tempo stesso, un adeguato sostegno psicologico alle famiglie. Ringrazio le nostre sezioni soci e tutti i soci e clienti e i lavoratori della Cooperativa che, nonostante il momento difficile, hanno dato il loro contributo, aggiungendo un mattone alla costruzione di Casa Marta», ha affermato Daniela Mori, presidente del Consiglio di Sorveglianza di Unicoop Firenze.   

«Ringraziamo Unicoop Firenze e Fondazione Il Cuore si scioglie che hanno creduto fin da subito in questo progetto: grazie al loro appoggio, tanti cittadini, soci e clienti hanno saputo del nostro progetto e hanno così generosamente donato. Il contributo che riceviamo oggi è un altro passo verso un sogno per cui abbiamo lavorato molto e per cui ci impegneremo a lavorare ancora: una casa dedicata a nostra figlia Marta dove accogliere i bambini con malattie croniche complesse. Una casa come a casa, un luogo dove l’amore e la condivisione faranno parte della cura», ha dichiarato Benedetta Fantugini, presidente Fondazione Casa Marta.

«Sono orgogliosa di aver partecipato e dato il mio contributo con la ricetta di un panettone buono due volte e che tanti soci e clienti hanno acquistato, per contribuire alla realizzazione di un progetto così importante. Sono felice di essere qui e di vedere che, grazie all’impegno di tutti, giorno dopo giorno, Casa Marta sta diventando realtà», ha commentato Luisanna Messeri, cuoca e food blogger.  

Il progetto Casa Marta 

Casa Marta sarà una struttura sanitaria altamente specializzata ma concepita a misura di bambino, una casa “come a casa” e potrà ospitare fino a cinque pazienti accompagnati da un genitore. Sono previsti spazi destinati alle attività di supporto dotati di tutti i servizi tecnologici, igienici e impiantistici di una struttura sanitaria, e spazi destinati alla convivialità e ad usi polivalenti come la biblioteca, la stanza della musica, la cucina, l’area living e il giardino.

Con il sostegno degli specialisti dell’Ospedale Pediatrico Meyer e il supporto emotivo e psicologico dei volontari, Casa Marta ospiterà le famiglie in un ambiente confortevole e sicuro atto a garantire cure competenti e premurose ai bambini, donando loro normalità in un momento in cui niente sembra più normale.

Quella di Casa Marta è un’idea nata da Benedetta Fantugini e Leonardo Cappelli, genitori della piccola Marta, scomparsa prematuramente all’età di nove mesi per cause sconosciute. Per volontà di Leonardo e Benedetta il 1° agosto 2005 viene costituita la Fondazione martacappelli onlus. Con lo scopo di onorare in maniera costante la memoria della figlia, Leonardo e Benedetta, e tutti i sostenitori che nel corso degli anni hanno preso parte al progetto, donano quotidianamente supporto ai bambini affetti da patologie complesse e alle loro famiglie e investono tempo e risorse per sensibilizzare la società alle cure palliative pediatriche.

A febbraio 2021, Fondazione martacappelli onlus e Fondazione Solidarietà Caritas onlus costituiscono la Fondazione Casa Marta. L’obiettivo è quello di realizzare e gestire il primo hospice pediatrico della Toscana, in partnership con la Regione Toscana e l’AOU (Azienda Ospedaliere Universitaria) Meyer. 

Maggiori informazioni sul progetto su: www.fondazionecasamarta.it

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti