Il sostegno del sindaco di Prato e presidente Anci Toscana Matteo Biffoni alla campagna “Close the Gap. Riduciamo le differenze”

Oggi al Coop.fi di via delle Pleiadi. Fino al 13 marzo Unicoop Firenze taglia l’iva sugli assorbenti e invita a firmare la petizione su Change.org “Il ciclo non è un lusso”.

Niente mimose, ma una firma sulla petizione che chiede al Governo di intervenire per tagliare l’iva sugli assorbenti femminili. Arriva anche a Prato la campagna targata Coop “Close the Gap- riduciamo le differenze”, fatta di azioni e impegni per promuovere la parità di genere.  

Oggi il sindaco di Prato e presidente ANCI Toscana Matteo Biffoni al Coop.Fi di Prato Pleiadi è intervenuto per sostenere la prima azione della campagna, quella relativa alla richiesta di abbassare l’aliquota sugli assorbenti femminili.  

La campagna, che si svolge proprio a cavallo della Giornata Internazionale della Donna 2021, è relativa all’adesione alla petizione “Stop Tampon Tax! Il ciclo non è un lusso” promossa dall’associazione Onde Rosa per tagliare l’iva sugli assorbenti. Oltre ad invitare tutti i consumatori a firmare la petizione sulla piattaforma Change.org, Unicoop Firenze in questi giorni, fino a domani 13 marzo farà una simulazione di quello che accadrebbe se la proposta di Onde Rosa diventasse realtà.  

Per una settimana, dal 6 al 13 marzo, infatti, in Unicoop Firenze tutti gli assorbenti a scaffale sono venduti come se l’iva fosse ridotta al 4%, anziché al 22%, quindi come beni di prima necessità e non di lusso.  

Matteo Biffoni, sindaco di Prato e presidente Anci Toscana

“Sostenere che gli assorbenti femminili non siano un bene di prima necessità è impossibile. Coop ha fatto bene ad accogliere e portare avanti questa iniziativa affinché venga abbassata l’Iva sugli assorbenti: può sembrare un piccolo gesto ma è significativo” ha affermato Biffoni.

Alfredo Corsino, presidente della sezione soci Coop di Prato

Alla firma della petizione da parte di Biffoni era presente anche il presidente della Sezione Soci Coop di Prato, Alfredo Corsino, che ha dichiarato: “Questa campagna è fondamentale due volte: da una parte perché sollecita un’azione concreta, che incide sul bilancio delle famiglie, dall’altra perché porta in evidenza una delle tante disparità di genere. E’ una campagna che riguarda tutti i cittadini, uomini e donne, perché la strada verso la parità di genere è lunga e va intrapresa insieme. Ringrazio il sindaco e tutte le persone che in questi giorni stanno firmando la petizione Il ciclo non è un lusso su Change.org e invito chi ancora non l’ha fatto a sostenere la richiesta dell’abbassamento dell’aliquota”.   

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti