Liberi dai rifiuti a Lucca: le immagini

Si è svolta stamattina la giornata di pulizia e cura del territorio nella zona dell'Oltreserchio

Si sono ritrovati stamattina alle 9.00 al parcheggio del campo sportivo U.S. Oltreserchio in località Santa Maria a Colle e, dopo una foto di gruppo in ricordo della mattinata, guanti e sacchetti alla mano, si sono messi subito a caccia di rifiuti.

Sono i partecipanti della tappa lucchese del 2022 di Liberi dai rifiuti, l’iniziativa di volontariato ambientale e cura del territorio promossa da Unicoop Firenze, con il sostegno della sezione soci Coop, e Legambiente, con il Circolo di Capannori e Piana Lucchese e quello di città di Lucca. Insieme, per questa mattina dedicata a prendersi cura del nostro ambiente, anche il Centro cittadinanza Oltreserchio Bucaneve e l’Associazione già Comitato Uniti per l’Oltreserchio.

I partecipanti, divisi in piccoli gruppi, sono stati coinvolti attivamente in un’esperienza di citizen science, attraverso un’attività di monitoraggio scientifico partecipato della tipologia e della quantità dei rifiuti raccolti sul territorio. Un’esperienza importante di cittadinanza attiva per capire l’impatto della dispersione di materia sugli ecosistemi e il tipo di inquinamento prevalente nei siti monitorati. Sarà anche l’occasione per confrontarsi sul corretto smaltimento delle diverse tipologie di rifiuto e sulle altre buone pratiche improntate alla sostenibilità. 

« Liberi dai rifiuti è il nostro modo per agire sul territorio, sui temi ambientali, in modo partecipativo. I luoghi da pulire vengono individuati di comune accordo fra le sezioni dei soci Coop e i circoli di Legambiente, poi le attività sono aperte a tutti – ha spiegato Tommaso Perrulli, responsabile progetti sociali Unicoop Firenze – e non servono competenze particolari, solo la motivazione per rendersi protagonisti di un impegno importante per l’ambiente».  

« Liberi dai rifiuti è un momento di aggregazione e confronto, in cui, oltre a prenderci cura di un luogo “nostro”, ci possiamo rendere conto di quanto sia importante soprattutto non sporcare e sensibilizzare alla tutela dell’ecosistema » ha affermato Maria Concetta Fortini, presidente sezione soci Coop Lucca.

«L’attività di monitoraggio scientifico partecipato potrà tornare utile alle amministrazioni locali per capire meglio la tipologia di pressione sul territorio e in particolare sulla matrice suolo, per intervenire in modo sempre più mirato ed efficace» ha affermato il presidente di Legambiente Toscana, Fausto Ferruzza.   

Per tutti i partecipanti in omaggio la maglietta dell’evento.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti