Festival dei cammini di Francesco

Percorsi verso il bene comune. Dal 21 al 30 agosto otto giorni di cammino, con partenza e arrivo a Città di Castello, con eventi, incontri, laboratori

L’Italia centrale, specialmente nelle zone interne di Toscana, Umbria e Lazio, conserva evidenti segni fisici del passaggio di Francesco d’Assisi. Chiese, maestà, eremi, croci, toponimi segnano il territorio tra Greccio e la Verna, mantenendo memoria del percorso terreno di Francesco e del lascito da lui affidato al suo ordine.

L’Alta valle del Tevere, la Valtiberina, rappresenta una di queste terre. Zona di confine nel cuore dell’Italia, terra di storia e di cultura. Anghiari, Caprese Michelangelo, Citerna,
Città di Castello, Monterchi, Pietralunga, Sansepolcro, Umbertide, questi borghi, e gli altri che punteggiano il paesaggio della Valtiberina, mantengono evidenti tracce del passare dei secoli, del genio illuminante di uomini che hanno vissuto e attraversato questi territori.

La terra che ha dato i natali a Piero della Francesca, Luca Pacioli, Michelangelo Buonarroti, Alberto Burri. Una valle che ha memoria. Una valle che nella contemporaneità ha imparato a
dialogare con quella memoria, narrandola come parte costituente della propria identità e
proiettandola in un futuro immaginato. Borghi, campagne, foreste attraversate da Francesco. Come nell’estate del 1224 in direzione della Verna. Francesco ricerca sé stesso e le risposte alle domande che lo logorano nella solitudine, nel silenzio, nella natura. Così poco tempo più tardi, sempre nel 1224, in direzione opposta. Verso sud, verso Assisi.

Ed è proprio sulla storia di questa terra che si fonda il festival dei Cammini di Francesco, che anche nel 2021 si presenta come un festival itinerante “Cammin facendo”. Otto giorni di trekking, sette comuni. due regioni coinvolte, Toscana e Umbria, un’idea condivisa di sviluppo del territorio e delle comunità in un’ottica di sostenibilità sociale, economica e ambientale.

Un percorso circolare che attraverserà e coinvolgerà i comuni della Valtiberina Toscana,
toccherà il Casentino e si chiuderà nuovamente nell’Alta Valle del Tevere.Otto giorni di trekking, con partenza e arrivo a Città di Castello che permetterà ai partecipanti di conoscere anche i territori dei comuni di Sansepolcro, Pieve Santo Stefano, Chiusi della Verna, Caprese Michelangelo, Anghiari e Citerna.

Otto giorni di incontro, conoscenza e contaminazione tra persone, istituzioni e manifestazioni. Il Festival dei Cammini 2021 coinvolgerà in questo percorso enti che da decenni si
impegnano per valorizzare aspetti di eccellenza dei nostri territori co-progettando specifici
eventi con manifestazioni ormai consolidate come il Festival delle Nazioni di Città di Castello e il Festival dell’Autobiografia di Anghiari.

Il programma

Lunedì 23 agosto, Città di Castello, apertura del festival. Inaugurazione ufficiale della quinta edizione del Festival dei Cammini di Francesco. Con la partecipazione di Stefano Bartolini, autore di “Manifesto per la felicità”.
A seguire concerto all’aperto di musica classica con il quartetto Tarab

Martedì 24 agosto, Sansepolcro,
ore 17 Laboratorio pomeridiano L’Unguento del camminatore. Tenaci e resistenti erbe spontanee, che nascondono insospettabili proprietà curative, saranno gli ingredienti all’attività laboratoriale per la produzione di un unguento lenitivo e cicatrizzante, rimedio naturale a base delle piante medicinali care ad ogni camminatore.

Alle 18, le umili erbe dei pellegrini – Una visita guidata ad Aboca Museum per approfondire la storia e le proprietà medicamentose delle piante dei “camminatori”. Un viaggio nei secoli tra profumi e colori delle piante essiccate, preziosi contenitori per trasportarle, veleni e strumenti dell’antica arte speziale.

Spettacolo serale all’Eremo di Montecasale. Lo spettacolo sarà preceduto da una fiaccolata in notturna che condurrà gli ospiti nella suggestiva radura di Fonte Groppa dell’Orso.

Mercoledì 25 agosto – Eremo di Cerbaiolo. Passeggiata in musica.
In collaborazione con la Pro Loco di Pieve Santo Stefano e Il Festival delle Nazioni. I passi dei camminatori saranno accompagnati dalle melodie di giovani musicisti. Ensemble d’archi Novamusica diretto da Laureta Cuku: Musiche di Vivaldi, Mozart, Brahms, Smetana, Šostakóvič, Pachelbel.

Giovedì 26 agosto, Santuario della Verna.
Incontro realizzato in collaborazione con il “Festival dei Cammini” di Chiusi della Verna.

Venerdì 27 agosto, Castello di Caprese Michelangelo. 6 Gradi, con Giobbe Covatta.

Sabato 28 agosto, Anghiari, passeggiata pomeridiana. Narrazioni in musica.
Il tratto di sentiero che porterà camminatori e ospiti da Caprese Michelangelo ad Anghiari sarà
arricchito dalla possibilità di sperimentare una scrittura autobiografica che, al ritmo di passi ben sincronizzati porterà alla stesura di un testo originale.

L’incontro tra il Festival dei Cammini di Francesco e il Festival dell’Autobiografia di Anghiari permetterà di condividere valori ispiratori e comuni visioni future.

Domenica 29 agosto, Citerna- Inaugurazione “Fonte Degna”
Sono molti i luoghi che segnano il passaggio di Francesco ancora poco valorizzati e conosciuti. Luoghi che raccontano storie e lasciano suggestioni in chi li visita. La “Fonte Degna” è uno di questi: da qui Francesco passò per l’ultimo viaggio di ritorno verso Assisi.

Conferenza “Uomo e animali: un’antica affinità”
Con Pietro Maranesi e Michele Serra.

Cena sostenibile e spettacolo serale con Diego Parassole

Lunedì 30 agosto – sera
Nicola Piovani – pianista, compositore e direttore d’orchestra italiano vincitore del premio Oscar nel 1999 per le musiche del film La vita è bella – mette in scena un racconto musicale, narrato e accompagnato da altri 5 musicisti di eccellenza: Marina Cesari (Sax/Clarinetto), Pasquale Filastò (Violoncello/Chitarra), Ivan Gambini (Batteria/percussioni), Marco Loddo
(Contrabbasso), Rossano Baldini (Tastiere).

Tutte le info su:
www.festivaldeicamminidifrancesco.it/festival

Verificare prima della prenotazione o acquisto del biglietto l’applicazione del decreto legge n.105 del 23 luglio 2021 sulla necessità di essere in possesso della certificazione verde Covid 19 (Green Pass).



Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti