Buoni e giusti: i pomodori Origine Coop

I pomodori a marchio Coop, sono 100% italiani, vengono controllati lungo tutta la filiera produttiva e provengono solo da fornitori che aderiscono al codice etico di Coop

In alcune filiere come quella del pomodoro da trasformazione, il rischio di avvelenare il mercato con pratiche scorrette è alto. Se si pagano poco gli agricoltori, si dà il via a un circolo vizioso che genera illegalità e sfruttamento. Coop ha stabilito con i fornitori un prezzo equo e chiede loro il rispetto degli accordi.

Così, con un prezzo giusto e regole più certe, si può consentire a tutti gli operatori del mercato di organizzare al meglio la produzione, creando una filiera buona e pulita.

Pomodoro e derivati

Solo pomodori italiani, certificati dal 2004. È da quindici anni che Coop certifica l’origine italiana delle conserve di pomodoro e dei sughi a marchio, per garantire che la materia prima non venga mescolata in maniera fraudolenta con provenienze non dichiarate.

La scelta di trasparenza di Coop, i cui prodotti a marchio si trovano nei punti vendita di Unicoop Firenze, ha preceduto l’obbligo scattato a fine agosto 2018 di indicare in etichetta l’origine per pelati, polpe, concentrato e gli altri derivati del pomodoro.

Coop è in grado di garantire su questi prodotti la rintracciabilità fino al campo e che i pomodori vengano coltivati secondo il metodo della produzione integrata, che limita l’utilizzo di pesticidi, garantendone il 70% in meno rispetto a quanto consentito per legge.

Le caratteristiche

Nel dettaglio, queste le caratteristiche della linea Coop Origine Pomodoro, certificata dal 2004:
– 100% italiano il pomodoro utilizzato
– controllo sui diritti dei lavoratori estesi fino alla raccolta in campo
– metodi di coltivazione rispettosi dell’ambiente e conoscenza della filiera
– residui chimici inferiori al 70%
– caratteristiche merceologiche rispondenti al capitolato

“Buoni e Giusti” è la campagna Coop che promuove l’eticità delle filiere ortofrutticole a rischio. Un’iniziativa che ha coinvolto finora oltre 800 fornitori di Coop di ortofrutta, nazionali e locali, che operano con oltre 70.000 aziende agricole. Sotto la lente dei controlli Coop le filiere più a rischio dell’agroalimentare italiano. Le 7200 aziende agricole all’origine delle filiere dei prodotti a marchio Coop sono invitate a aderire alla Rete del Lavoro Agricolo di Qualità.

Dal lancio della campagna nel 2016 sono state 13 le filiere sotto i riflettori, per un totale di oltre 600 aziende sottoposte a audit. Sono 11 le aziende espulse negli ultimi 7 anni. La campagna di controlli continuerà a interessare le altre filiere.

Fino al 28 agosto sono in offerta nei Coop.fi i pomodori da conserva Origine Coop

Scopri la linea Origine di Coop

_________________

La buona terra

Nel 2017 per accompagnare la campagna Buoni e giusti, Ancc-Coop (Ass. Nazionale Cooperative di Consumatori) ha realizzato la mostra fotografica intitolata “La buona terra”. Venti foto per raccontare le storie delle donne e degli uomini che già lavorano – in alcuni casi da anni –  nei campi in condizioni di libertà e di rispetto delle regole. Sono italiani, polacchi, indiani, maliani: non contano i colori o le lingue, gli abiti diversi. Ad avvicinare ognuno di questi lavoratori è un desiderio che accomuna tutti gli esseri umani: dignità, rispetto, libertà di scelta.

Sono state scattate in quattro differenti regioni italiane, seguendo il ciclo estivo della raccolta di frutta e verdura. Mostrano i volti e accennano le storie di chi ha scelto di produrre per Coop rispettando le leggi sul lavoro, riconoscendo dignità a chi tutto il giorno è nelle campagne del nostro Paese.

Si tratta, una volta tanto, di un’immagine di speranza e positività: accanto alle sacche di sfruttamento ed emarginazione, ci sono le 7.000 aziende che aderiscono alla campagna per la legalità lanciata nella scorsa primavera da Coop. Non solo giusta paga, ma anche rispetto delle minime condizioni di accoglienza per i lavoratori immigrati, e anche corsi di lingua e di qualificazione professionale.

Guarda le foto su: www.e-coop.it/la-buona-terra

Per ricevere le notizie ogni settimana
* campi obbligatori

Informativa sulla privacy

Lasciando la tua email autorizzi Unicoop Firenze sc a inviarti la newsletter e dichiari di aver letto l’informativa sulla privacy.