Visita esclusiva alla Sinagoga di Firenze

Il 24 febbraio. Il ricavato andrà a sostegno del restauro del Memoriale italiano di Auschwitz

Visita al Tempio Ebraico

L’Opera del Tempio Ebraico di Firenze in collaborazione con Coopculture, organizza domenica 24 febbraio, in esclusiva per il restauro del memoriale italiano di Auschwitz, una visita guidata al tempio ebraico fiorentino, per scoprirne la storia, l’archietttura e le tradizioni ebraiche.

La visita alla Sinagoga sarà a cura dell’architetto Renzo Funaro, la visita guidata al museo è a cura della prof. Doria Liscia. Al termine della visita sarà previsto un aperitivo kosher.

L’intero ricavato sarà devoluto al progetto Conserva la memoria per sostenere il restauro del Memoriale italiano di Auschwitz. Le prenotazioni alla visita sono esaurite.

La grande Sinagoga di Firenze

La grande Sinagoga di Firenze fu inaugurata nel 1882, qualche anno dopo l’Emancipazione degli ebrei italiani, avvenuta nel 1861 con la proclamazione dell’Unità d’Italia. È uno degli esempi più significativi in Europa dello stile esotico moresco. La sua fisionomia, diversa dalle tradizionali architetture fiorentine di epoca medievale – rinascimentale e la grande cupola rivestita in rame verde (in origine dorata) si impongono come monumento cittadino visibile da ogni punto panoramico.

L’interno è particolarmente suggestivo per la ricchezza delle decorazioni geometriche negli affreschi alle pareti, per la luce soffusa che filtra dalle vetrate policrome e per lo splendore dei mosaici. Parte integrante della visita alla Sinagoga è il Museo Ebraico fondato nel 1981 e ampliato nel 2007. Allestito su due piani all’interno dell’edificio ospita una ricca collezione di oggetti cerimoniali d’arte ebraica.

Argenti e tessuti provenienti dalle antiche sinagoghe del ghetto fiorentino, documentazione fotografica e archivistica riguardante la storia della comunità ebraica a Firenze. Al secondo piano sono esposti oggetti e arredi legati ai momenti più significativi del ciclo della vita ebraica, della ritualità familiare e delle festività religiose. Una sala è dedicata alla memoria della Shoah e attrezzata per proiezioni.

Contribuisci al progetto Conserva la Memoria

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti