La torta di carote di Luisanna Messeri

Economica, gustosa e facile da preparare

Luisanna Messeri
Luisanna Messeri
Cuoca toscana prima ad Alice Tv ora su Rai Uno alla Prova del Cuoco.

Oggi vi presento Camilla. Chi è Camilla? È la torta di carote all’olio più buona del mondo. E non solo è buonissima, ma è anche facile da fare e molto “risparmiosa”. E poi, povere carote, è ora di renderle un po’ regine della tavola!. Se dovessimo scegliere l’ortaggio più sottovalutato, in molti diremmo le carote: sono disponibili tutto l’anno, relegate spesso al semplice ruolo di odore, date per scontate e poco valorizzate in ricette creative. Eppure le proprietà delle carote sono talmente tante da renderle un alimento fondamentale per una dieta salutare.

Sono ricche di nutrienti: beta-carotene, fibre, vitamine, potassio, ferro. In cucina sono versatili e buone in mille modi: crude, in purea, cotte al burro e curry, in gustose vellutate, e deliziose in una torta come quella che prepariamo oggi.

Allora, è tempo di mettersi a lavoro per sfornare Camilla: pochi ingredienti, poco costosi e pochi minuti per prepararla. Se se non ci credete, impastatela, infornatela e assaggiatela.

La ricetta

Ingredienti (per una tortiera da 24 cm)

  • 250 gr di carote
  • 100 ml di olio extravergine di oliva toscano
  • 50 ml di olio di girasole
  • 3 uova intere
  • 170 di zucchero
  • 200 gr di farina tipo 2
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • un pizzico di sale
  • la buccia gratta e il succo di un’arancia biologica o di sei mandarini
  • 100 gr di nocciole tostate o di mandorle
  • zucchero a velo per decorare

Preparazione

Prendete 4 carote, circa 250 grammi, lavatele, sbucciatele e tritatele nel mixer insieme a 100 ml di olio extravergine toscano e a 50 ml di olio di girasole. Tritate e tritate ancora, fin quando non ottenete una crema liscia come l’olio.

A parte, tritate 100 g di nocciole tostate o, se preferite, di mandorle. In una ciotola montate 3 uova con 170 grammi di zucchero e unite all’impasto la crema di carote, un pizzico di sale, una bustina di lievito per dolci, la buccia di un’arancia bio e il suo succo o, in alternativa, il succo di sei mandarini.

A questo punto unite 200 grammi di farina tipo 2 e mescolate bene. Imburrate o rivestite di carta da forno una tortiera da 24 cm, versate l’impasto e cuocete in forno caldo a 180° per 45 minuti. Prima di sfornare, verificate la cottura con lo stecchino: anche cotta vedrete che la torta rimarrà comunque umida e morbidissima.

Sfornatela e fatela freddare: sentirete che profumino sprigionerà nella vostra cucina…

La decorazione

Cospargetela di zucchero a velo, ma se volete fare una cosa più artistica… disegnate sulla superficie dei fiorellini o la decorazione che preferite, con l’aiuto degli stencil per torte, quelle formine che permettono di riprodurre sulla torta un disegno perfetto.

Questa torta è buona così: e fetta dopo fetta, a mangiarla ci vorrà ancora meno che a farla!

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti