Il panettone Marietta

Luisanna Messeri
Luisanna Messeri
Cuoca toscana prima ad Alice Tv ora su Rai Uno alla Prova del Cuoco.

E’ Natale, è festa e come non dedicarci all’immancabile, irrinunciabile, meraviglioso Panettone ? E allora, oggi voglio raccontarvi la storia di un panettone che da un secolo sfida il Panettone di Milano: il Panettone Marietta del mitico Maestro Pellegrino Artusi. La genialata che vi propongo oggi è proprio la ricetta di un panettone semplice e veloce del nostro amato Artusi che ce lo presenta così con la ricetta n. 604 del suo libro “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”: “…la Marietta è una brava cuoca e tanto buona e onesta che merita che io le intitoli questo dolce avendolo imparato da lei…E’ un dolce che merita di essere raccontato perché migliore assai del panettone di Milano che si trova in commercio e richiede poco impazzimento“.

Il nome “Marietta” del Panettone Artusi, deriva infatti proprio dalla signora Marietta Sabatino, la fedele governante a servizio in casa Artusi, nonché abile cuoca dalla quale l’Artusi traeva spunti e consigli. Ma come è fatto il panettone Marietta? Il risultato è ovviamente diverso dal Panettone Milanese classico che richiede ore e ore di lievitazione, ma è davvero eccellente ed è facile e veloce da preparare. Sembra strano, lo so, leggere le parole “semplice e veloce” accanto a “Panettone”, ma con questa ricetta potrete farlo anche voi in un’ora o poco più.
Se vi verrà bene, vedrete che crescerà molto formando in cima un rigonfio screpolato. E’ un panettone alternativo che potrete arricchire con una delicata crema chantilly, per un dessert da gran finale. Insomma, impastare, cuocere e… assaggiare per credere!

La ricetta

Ingredienti (per una tortiera per ciambella da 20 cm)

  • 300 g di farina 00
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 80 g di uvetta sultanina
  • 1 uovo e 2 tuorli
  • un pizzico di sale
  • 15 g di lievito per dolci
  • 80 g di zucchero semolato
  • 20 g di arancia candita
  • scorza di 1 limone
  • 200 ml di latte

Per decorare

  • 100 g di crema
  • 100 g di panna montata
  • 100 g di ribes rosso
  • 10 g di cacao in polvere

Preparazione

Versate il burro ammorbidito in una ciotola, quindi lavorate con le fruste elettriche aggiungendo l’uovo intero e i due tuorli man mano che si saranno ben assorbiti. Mettete l’uvetta in ammollo in acqua tiepida. Unite pian piano alle uova e al burro, lo zucchero e la farina con il lievito, e continuate a lavorare tutto con le fruste. Aggiungete il sale, i canditi, la scorza di limone e il latte, lavorate l’impasto ancora un pò.

Strizzate l’uvetta e passatela nella farina prima di aggiungerla all’impasto, in modo che non scivoli giù e resti sul fondo. Imburrate uno stampo da ciambella da 20 cm di diametro e colate l’impasto all’interno.

Cuocete nel forno statico a 180 °C per circa 45 minuti, sfornate e lasciate raffreddare prima di servire. Prendete un piatto di colore bianco. Riempite un sac à poche con la crema mescolata con la panna e formate un cerchio sul fondo del piatto. Ritagliate una fetta di panettone e posizionatela al centro in verticale.

Aggiungete un grappolino di ribes e infine, aiutandovi con un setaccio piccolo, spolverate in alcuni punti la crema con il cacao in polvere. Potete conservare la torta a temperatura ambiente per circa una settimana sotto una cupola di vetro.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti