Visite guidate al Museo Zeffirelli

Sei visite guidate in esclusiva per i soci Unicoop Firenze

Un regista di fama mondiale

Franco Zeffirelli, nato il 12 febbraio 1923 a Firenze, uno dei registi italiani più acclamati nel panorama artistico internazionale, riconoscimento Cavaliere dell’Ordine dell’Impero Britannico dalla regina Elisabetta II d’Inghilterra nel 2004 per le sue messinscene della drammaturgia shakesperiana.

I suoi successi

Indiscusso il suo merito nel rivitalizzare all’Old Vic di Londra i classici shakesperiani – Romeo e Giulietta, 1960; Amleto, 1964; Molto rumore per nulla, 1965 – o nell’affrontare, fedele al testo ma con originale inventiva  e una scenografia essenziale, la drammaturgia moderna del Novecento portandola nei teatri di tutta Europa – da Edward Albee ad Arthur Miller, da Luigi Pirandello a Eduardo De Filippo.

Puccini e Verdi, fra i giganti della lirica più amati dal regista e declinati nelle innumerevoli varianti di Tosca, Falstaff, Otello, Trovatore, oltre alle acclamate Carmen di Bizet nelle edizioni di Vienna (Staatsoper 1978), New York (Metropolitan Opera House 1996), Verona (Arena 1995) e al più volte rivisitato dittico Cavalleria Rusticana Pagliacci, Royal Opera House 1959, New York, Metropolitan Opera House, 1970), Firenze (Teatro Comunale, 2009).

Il Don giovanni di Mozart è rimasto la più avvincente sfida per il regista. Dopo otto messinscene e aver sperimentato molteplici soluzioni di spettacolare grandiosità, Zeffirelli afferma: “Non si può dare un’esegesi esaustiva al Don Giovanni. Ne sciogli un mistero e ne annodi mille altri”.

Nel corso della sua attività professionale Zeffirelli ha conosciuto e lavorato con artisti di primo ordine, dalla Callas alla Sutherland, da Giulietta Simionato, a Mirella Freni, Graziella Sciutti, Grace Bumbry e Leyla Gencer, da Giuseppe Di Stefano a Gianni Raimondi, Franco Corelli, Plácido Domingo, José Carreras e Luciano Pavarotti, da Herbert von Karajan a Leonard Bernstein e Carlos Kleiber, instaurando con molti di loro un rapporto di stima e di complici amicizie.

Il Museo nel Complesso di San Firenze

ll Museo ospitato nel Complesso di San Firenze, in origine convento dei Padri Filippini, e già sede del Tribunale, dove ha sede anche la Fondazione Zeffirelli, contiene oltre 250 opere del Maestro Zeffirelli tra bozzetti di scena, disegni e figurini di costumi.

Il percorso espositivo è suddiviso in teatro di prosa, opera in musica e cinema ed illustra per temi e autori gli sviluppi degli allestimenti teatrali e delle produzioni cinematografiche principali della vita artistica di Zeffirelli, corredate da foto di scena.

Visite in esclusiva per i soci

Sei gli appuntamenti in calendario il giovedì, alle 18.30, visite guidate riservate ai soci Unicoop Firenze all’esposizione permanente del museo. La prima il 14 febbraio giorno di San Valentino. A seguire il 14 marzo, 11 aprile, 9 maggio, 13 giugno e 11 luglio. La prenotazione è obbligatoria e soggetta alla disponibilità dei posti.

Ciascun socio può effettuare una prenotazione per massimo due persone. Le visite guidate sono gratuite, i soci sono tenuti al pagamento del biglietto d’ingresso la museo di 10 euro, fatta salva la gratuità per legge.

Info e prenotazioni:

0552658435 – info@fondazionefrancozeffirelli.com

 

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti