Leggenda, il festival della letteratura e dell’ascolto di Empoli

Scrittori famosi, spettacoli e tantissimi altri eventi per il festival della letteratura

Maggio di libri e lettori per Empoli, che si appresta ad accogliere oltre 15.000 visitatori (tanti furono quelli dello scorso anno) per la seconda edizione di Leggenda, festival della lettura e dell’ascolto che si tiene nella città toscana dal 16 al 19 maggio.

Quattro giorni (uno in più rispetto alla prima edizione) fitti di letture e incontri dedicati soprattutto ai bambini e ai ragazzi, ma anche alle famiglie e agli adulti. Una mostra mercato del libro e un’intera città che si apre, dalle 9 del mattino fino a mezzanotte, per invitare al piacere della lettura e del confronto con gli scrittori.
Biblioteche, tensostrutture, piazze e teatri i luoghi in cui incontrarsi in nome della letteratura.

Un gustoso anticipo del festival è stato l’11 aprile scorso: l’incontro con lo scrittore francese Daniel Pennac, celeberrimo autore della saga di Malaussène e grande divulgatore della lettura fra i ragazzi.

Aspettando Leggenda con Pennac, infatti, che si è tenuto presso il Palazzo delle Esposizioni, è andato esaurito il giorno stesso delle prenotazioni, e per ascoltare lo scrittore sono arrivate a Empoli persone da tutta Italia, tanto che il Comune ha organizzato una diretta streaming al cinema La Perla, per permettere ad altre 500 persone di godere di questa golosa occasione.

Quasi il doppio degli eventi

«Se lo scorso anno gli eventi totali sono stati 77, quest’anno se ne annunciano ben 121 in appena 4 giorni – spiega il direttore della biblioteca comunale Carlo Ghilli -, fra incontri con gli autori, rivolti a bambini e adulti, reading, laboratori di scrittura creativa e lettura ad alta voce, spettacoli, incontri specifici per insegnanti ed educatori».

A scatenare particolare fermento sono gli annunciati appuntamenti, dedicati agli adulti con Michela Murgia e Loredana Lipperini (che saranno presenti nella rassegna “Viruslibro” della libreria Rinascita), per bambini e ragazzi con Luigi Garlando, Chiara Carminati e Fabrizio Silei, oltre ad alcuni autori che, dopo il successo e l’apprezzamento della prima edizione, tornano anche quest’anno a incontrare i lettori in erba. Si tratta di Simone Frasca, Arianna Papini e Antonio Ferrara.

Nata da un’idea del Comune di Empoli, peraltro eletta nel 2018 “Città che legge”, curata dalla Biblioteca Comunale Fucini, Giallo Mare Minimal Teatro, Centro studi “Bruno Ciari”, dalle librerie cittadine (Rinascita, Cuentame e San Paolo), dalla cooperativa PromoCultura e da associazioni culturali del territorio-.

Il festival Leggenda non è solo incontri con gli autori, ma anche spettacoli. Fra gli altri, si segnalano Zanna bianca della Compagnia Inti, Conferenza buffa di Antonio Catalano e gli spettacoli di Renzo Boldrini.

Senza volontari non c’è cultura

Un evento così importante non sarebbe possibile senza l’aiuto sostanziale dei volontari che, non a caso, sono stati ribattezzati “Leggendari” e che si occuperanno dell’accompagnamento degli autori e dell’accoglienza dei partecipanti.

In prima fila i volontari della sezione soci Coop di Empoli e del progetto Bibliocoop che, come spiega la sua responsabile Amina Biuzzi, «si mettono a disposizione della città per presidiare i laboratori e aiutare le maestre con i bambini. Alcuni di loro, che hanno fatto parte dei gruppi di lettura e scrittura, hanno anche intervistato gli scrittori».

Attività a tutto tondo quindi, compreso un angolo ristoro a cura della sezione soci nel quale gli scrittori potranno sostare per riposare e fare uno spuntino fra un impegno e l’altro.

Per ricevere le notizie ogni settimana
* campi obbligatori

Informativa sulla privacy

Lasciando la tua email autorizzi Unicoop Firenze sc a inviarti la newsletter e dichiari di aver letto l’informativa sulla privacy.