“Fidelio”con il maestro Zubin Mehta. Speciale concerto il 23/12, alle 20, nel nuovo Auditorium del teatro del Maggio

Per i soci Unicoop Firenze 40% di sconto sul costo del biglietto.

Speciale concerto del maestro Zubin Mehta, con regia di Matthias Hartmann che porterà sukl palco “Fidelio” di Ludwig Van Beethoven, giovedì 23 dicembre, alle ore 20, per l’inaugurazione della stagione lirica nella sala del nuovo Auditorium del Teatro del Maggio. Per i soci Unicoop Firenze, 40% di sconto sul costo del biglietto.
I soci Unicoop Firenze hanno il 10% di sconto su tutte le altre date del calendario di opera, sinfonica e Festival del Maggio.Inoltre il 40% di sconto sul costo del biglietto per un gruppo di spettacoli scelti. Tra cui nei prossimi mesi:

  • Die Fledermaus: 20/1/2022 ore 20.00 – 21/1/2022 ore 20
  • Lo sposo di tre e marito di nessuna: 4/2/2022 ore 20.00 – 8/2/2022 ore 20
  • L’amico Fritz: 9/3/2022 ore 20.00 – 12/3/2022 ore 18.

Fidelio

Unicum della sua produzione, “Fidelio” costò a Beethoven non poche fatiche: ben undici anni di lavori e ripensamenti sfociati in tre versioni dell’opera. Il soggetto tratto dal dramma di Jean-Nicolas Bouilly, “Leonora, o l’amor coniugale”, era molto conosciuto al tempo e rientrava nel genere di gran moda della ‘pièce de sauvetage’, in cui elementi romanzeschi e di attualità si fondevano in un intreccio avventuroso con una lieta risoluzione finale.

La prima versione del 1805 fu tacciata di prolissità, la seconda, l’anno successivo, andò meglio ma senza ottenere gli effetti sperati. Beethoven prima di rimettere mano a questa creatura che non riusciva a domare fino in fondo decise di pazientare e dopo un decennio, ormai forte dei successi ottenuti in campo strumentale, tentò la terza e ultima revisione. Il libretto fu rivisto da Georg Friedrich Treitschke, furono eliminati alcuni brani, altri riscritti e ritoccati alcuni passaggi dell’orchestrazione. Il 23 maggio 1814 “Fidelio” è pronto per andare in scena e raccogliere, finalmente, il tanto agognato consenso.

Nell’ultima versione Beethoven sviluppò pienamente temi a lui cari come la dialettica tra bene e male, tra giustizia e tirannia con conseguente trionfo finale della Ragione e l’Amore, valorizzandoli con una musica dai contenuti epici.

Per info: www.maggiofiorentino.com/

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti