Il risparmio dei soci

Dai prodotti al telefono, dalla cultura al tempo libero. La spesa da socio costa meno, ma offre anche tante altre opportunità

Vantaggi economici, perché la spesa da socio costa meno, ma anche tante altre opportunità. La carta socio di Unicoop Firenze vale 25 euro di adesione alla cooperativa di consumatori – che verranno restituiti nel momento in cui il socio smette di esserlo – e dà diritto a molte agevolazioni in più ambiti della vita quotidiana.

Convenienza

A livello economico, nel 2019 i soci hanno beneficiato di sconti sui prodotti per un valore di oltre 123 milioni di euro, in aumento di ben 14 milioni rispetto al 2018.

Facendo la spesa con la carta socio, i soci di Unicoop Firenze hanno inoltre raccolto più di 27 milioni di euro in punti spesa (ogni euro speso vale un punto, ma ci sono anche meccanismi per accumularli più velocemente), utilizzandone quasi 2 milioni in più nel 2019 rispetto al 2018 su attività e servizi messi a disposizione durante l’anno.

I punti accumulati si possono scalare dalla spesa, con un risparmio immediato sullo scontrino di 5 euro per 500 punti, 10 euro per 1000 punti e così via, oppure usare per partecipare a progetti di solidarietà, che la cooperativa avvia nel territorio attraverso la donazione di punti, o ad attività dedicate ai soci.

Cultura

Lo dice lo statuto all’articolo 2: la cooperativa si propone di promuovere attività culturali a vantaggio dei soci e delle loro famiglie. Fra le attività culturali, rientrano il cinema (bastano 1000 punti per ottenere la Carta Cinema, che dà diritto a usufruire del prezzo ridotto del biglietto in oltre 70 sale della Toscana) e i musei: solo i soci hanno diritto al biglietto famiglia a Palazzo Strozzi a Firenze o alla promozione due per uno, che permette di avere un ingresso gratuito in uno dei 15 teatri della Fondazione Toscana Spettacolo, al Museo Stibbert, ai musei del Muse o del Mart e dà diritto a visite guidate e attività esclusive o a sconti sugli ingressi.

Da tre anni con la carta socio si può partecipare anche a “Tutti all’opera”, il progetto di Unicoop Firenze e Maggio Musicale Fiorentino per assistere, la domenica pomeriggio spendendo solo 10 euro, ad alcune opere selezionate, mentre resta valido lo sconto del 10% su tutti gli spettacoli. Per i teatri, nel 2019 sono stati 76 quelli convenzionati che hanno proposto ingressi ridotti per i soci, mentre le sponsorizzazioni in ambito culturale e ricreativo sono arrivate a quota 219.

Foto di Denise Husted da Pixabay

Turismo e tempo libero

I soci di Unicoop Firenze, grazie ai punti accumulati con la spesa, possono ricevere anche ingressi alle terme, buoni per skipass nelle migliori località sciistiche, degustazioni ed esperienze enogastronomiche nelle più quotate cantine della regione, oltre a ingressi nei parchi tematici del territorio (19.000 nel 2019).

Premi

Tra servizi e premi fisici, nel 2019 sono stati oltre 430.000 quelli richiesti dai soci su Piùscelta, il sito di vendite online riservato ai soci, che possono quindi usare i punti al posto del contributo in denaro per i premi dei collezionamenti, come le borse Smemoranda, i bicchieri Ivv o le pentole Alessi, con un risparmio medio del 20%.

Se non si hanno abbastanza punti su una carta, si possono accumulare i punti dalle carte di due familiari; basta fare richiesta al box informazioni.

Ride il telefono

Vantaggi economici vi sono anche per i soci che utilizzano Coop Voce: nel 2019 ha superato 1 milione di euro lo sconto ottenuto convertendo i punti in traffico telefonico. Con l’autoricarica, ad esempio, 250 punti valgono 5 euro di traffico.

Più punti più velocemente

Ogni quindici giorni ci sono tantissimi prodotti a marchio Coop e di altre marche che erogano punti aggiuntivi. Si guadagnano punti anche con biglietti e abbonamenti per i mezzi pubblici e altre promozioni dedicate, oppure facendo rifornimento nei distributori convenzionati che espongono il cartello “1 euro = 1 punto“, stipulando una polizza Linear e rivolgendosi a centri revisione Dekra.

Fino al 31 marzo 2020, richiedendo la carta pagamento Spesa in, in omaggio 2000 punti, la Carta Toscana al Cinema e il raddoppio dei punti spesa accumulati negli ultimi sette giorni del mese.

Cultura e spettacolo

Nel 2019 sono stati circa 8000 i visitatori che hanno usufruito dello sconto di 2 euro per entrare alle mostre di Palazzo Blu a Pisa, “Da Magritte a Duchamp”, “Explore sulla Luna e oltre”, “Futurismo” e alla “Collezione Permanente di Palazzo Blu”.

Oltre 14.500 invece i soci che a Palazzo Strozzi a Firenze hanno approfittato del biglietto ridotto a 10 euro, invece di 13 (ingresso intero) per le esposizioni “The Cleaner – Marina Abramović”, “Verrocchio, il maestro di Leonardo” e “Natalia Goncharova”.

Oltre 8600 i biglietti venduti per gli spettacoli del Maggio Musicale Fiorentino con riduzione del 10% riservata ai soci di Unicoop Firenze e un risparmio medio di circa 4 euro a biglietto.

Il risparmio dei soci

Contanti o Carta di credito?

Alle casse di Unicoop Firenze (tradizionali, veloci e Salvatempo) i soci possono pagare la spesa anche con la Carta Spesa in. Una opportunità in più, comoda, semplice e fino al 31 marzo 2020 con tanti buoni motivi in più per richiederla.

La Carta Spesa In. Perché oggi è ancora più conveniente? I soci che richiedono la carta Spesa in entro il 31 marzo 2020 riceveranno 2000 punti e in più la Carta Toscana al Cinema del valore di 1000 punti. Utilizzando la carta Spesa In, fino al 31 marzo 2020, i soci avranno in più 5 punti per ogni spesa. Infine dal primo marzo al 31 dicembre 2020, gli ultimi 7 giorni del mese, i punti sulla spesa raddoppiano.
Condizioni contattuali sul sito www.carteintegra.it

Cosa è Spesa in?

Spesa in è la carta di pagamento completamente gratuita, nella versione disponibile attualmente anche con funzionamento contact less, che sostituisce una normale carta di credito. Con la Carta socio Spesa in ogni mese il socio ha a disposizione 600 euro, aumentabili a 1000 euro su richiesta e salvo approvazione di Integra spa, da utilizzare per gli acquisti presso i punti vendita Unicoop Firenze e online con PiùScelta.
Il totale delle spese viene addebitato sul conto corrente bancario o postale il giorno 5 del mese successivo a quello in cui le spese sono state effettuate.

Chi può richiederla? La Carta Spesa in può essere richiesta dai soci Unicoop Firenze titolari di conto corrente presso uno qualsiasi degli istituti di credito presenti sul territorio italiano, compreso Bancoposta.

Come si richiede? La carta può essere richiesta direttamente ai Box Informazioni dei punti vendita di Unicoop Firenze. E’ emessa da Integra, che è una società a partecipazione di Unicoop Firenze paritetica con Banca Monte dei Paschi di Siena.

Carta socio abilitata al pagamento

Altra possibilità riservata ai soci Unicoop Firenze è la Carta Socio abilitata al pagamento. Rispetto alla Carta Spesa In, completamente gratuita, la Carta Socio abilitata al pagamento potrebbe avere (dipende dalla Banca) un minimo costo di gestione – al massimo 0,52 centesimi euro al mese, per un numero illimitato di operazioni, ogni acquisto viene addebitato il giorno della spesa.

La Carta Socio abilitata al pagamento è semplice da usare, velocizza le operazioni di pagamento e limita la coda alle casse.

Chi la può richiedere? La Carta Socio abilitata al pagamento può essere attivata da coloro che hanno un conto corrente nelle banche convenzionate con la cooperativa, che comprendono tutti i maggiori istituti di credito presenti sul territorio regionale, con l’esclusione di alcune grandi banche presenti sul territorio nazionale e delle Poste italiane.

Come richiederla? Basta recarsi presso il Box Informazioni dei punti vendita Unicoop Firenze ed effettuare la richiesta di attivazione della Carta Socio al pagamento della spesa con addebito sul proprio conto corrente bancario.
In caso di smarrimento il socio deve telefonare immediatamente a: Numero Verde 800119911 disponibile dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle 21.

Per ricevere le notizie ogni settimana
* campi obbligatori

Informativa sulla privacy

Lasciando la tua email autorizzi Unicoop Firenze sc a inviarti la newsletter e dichiari di aver letto l’informativa sulla privacy.