I muri raccontano: la mostra affissa nel centro di Siena

Le opere di Di Blasi, Priami e Tozzi per ripartire insieme dopo il lockdown

Si chiama “I muri raccontano” l’iniziativa della sezione soci di Siena di Unicoop Firenze, promossa con la collaborazione dell’associazione Visionaria e con il patrocinio del Comune di Siena.

Dopo che per mesi il virus ci ha chiuso in casa, a guardare i notiziari tv annoiati ed impauriti, finalmente possiamo tornare ad uscire e ricominciare a socializzare, sia pure timidamente, nei limiti della sicurezza. Ma visto che di eventi ancora non si parla, i muri della città di Siena, con i loro spazi dedicati a promuovere spettacoli e appuntamenti, sono ancora vuoti e desolati. Da questa constatazione nasce l’iniziativa della sezione soci Coop di Siena:usare i muri vuoti per renderli cornici di opere d’arte, farli diventare mezzo di socializzazione, farli vivere e raccontare grazie alle affissioni delle opere di alcuni artisti del territorio.

Auotore Laura Pirami

Con “I muri raccontano”, sugli spazi vuoti della città, a partire da giovedì prossimo 18 giugno,compariranno le immagini di tre artisti che hanno messo a disposizione una loro opera per esporla, per offrirla allo sguardo ed al commento dei cittadini: inizierà così una mostra “affissa” e visibile a tutti.

Gli artisti che hanno collaborato sono Bruno Di Blasi, Laura Priami e Mauro Tozzi. I “galleristi” sono i consiglieri della sezione soci di Unicoop Firenze e i membri di Visionaria. La galleria d’arte, invece, si dipanerà lungo i muri della città che il Comune di Siena mette a disposizione patrocinando l’iniziativa.

“Con I muri raccontano la città intera diventa spazio espositivo per questa originale rassegna che vuole lanciare un messaggio di cultura e di speranza. Quello che i muri con le opere degli artisti voglio dirci è “noi ci siamo, non ci siamo fermati e continueremo”, spiega Giampiero Pacchierotti, presidente sezione soci Coop di Siena.

Autore Mauro Tozzi

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti