Parco*Prato: sabato 20 novembre, alle 17, presentazione della mostra di fumetti “Io mostro, tu mostri, noi mostri” per sensibilizzare sulla violenza di genere

Realizzata dal Parco*Prato con la Sezione Soci Coop, in collaborazione con il Centro Antiviolenza La Nara, la Cooperativa Alice e l’Associazione Culturale Pandora di Seano nell'ambito delle iniziative per il 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne ed è in particolare dedicato ai bambini vittime di violenza assistita.

L’evento è realizzato dal Parco*Prato con la Sezione Soci di Prato, in collaborazione con il Centro Antiviolenza La Nara, la Cooperativa Alice e l’Associazione Culturale Pandora di Seano e mira a sensibilizzare sul tema della lotta alla violenza di genere.

Una mostra di fumetti per parlare, attraverso il disegno, di uno dei fenomeni di maggiore attualità e gravità: la violenza di genere. Succede al Parco*Prato in via delle Pleiadi dove sabato prossimo 20 novembre alle 17 verrà presentata un’esposizione di “strisce” dal titolo: Io mostro, tu mostri, noi mostri.

L’appuntamento è programmato nell’ambito delle iniziative per il 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne ed è in particolare dedicato ai bambini vittime di violenza assistita.

Un particolare di un fumetto in mostra

“Questa mostra – spiegano gli ideatori ed organizzatori dell’Associazione Culturale Pandora di Seano – è rivolta dedicata ai bambini che subiscono la furia della violenza troppo spesso tra le mura di casa. “Io mostro tu mostri Noi mostri” è il titolo della mostra di fumetti realizzati dai ragazzi del corso di Comix con David Ceccarelli presso Pandora, un titolo che non salva e non giustifica nessuno, nemmeno coloro che in un normale sabato pomeriggio passeggiano per il centro commerciale per fare la spesa. Siamo tutti mostri, troppo spesso indifferenti arresi e purtroppo abituati alla violenza intorno a noi. Da oggi stiamo attenti, guardiamo meglio, forse un mostro ci è appena passato accanto, forse possiamo accorgerci di un bambino che chiede aiuto senza proferire parola”.

“Abbiamo collaborato con impegno ed entusiasmo all’organizzazione di questo evento, che vuole accendere i riflettori sul tema della violenza, perché tutti possiamo agire per aiutare le vittime – spiega Alfredo Corsino, presidente sezione soci Coop Prato – come Unicoop Firenze lo facciamo in questi giorni con una raccolta fondi a sostegno dei centri antiviolenza e con la diffusione nei nostri negozi e su tutti gli scontrini del numero antistalking 1522. Con la mostra portiamo sul territorio ed in un luogo della quotidianità come un centro commerciale i fumetti dell’associazione Pandora che vogliono richiamarci ad essere protagonisti della lotta alla violenza sulle donne, sempre”.

“Sosteniamo questa iniziativa ed invitiamo tutti i cittadini ad aprire gli occhi sul fenomeno della violenza e a lavorare anche sugli stereotipi di genere e su alcuni atteggiamenti culturali che sono il terreno fertile su cui nasce la violenza contro le donne – afferma Francesca Ranaldi, responsabile centro antiviolenza La Nara – la mostra di fumetti è una modalità diversa per lanciare un messaggio importante: siamo tutti responsabili, ma proprio per questo possiamo essere tutti la spinta verso l’eliminazione della violenza sulle donne”.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti