Scoprire la Pistoia sotterranea e il Museo Smi Società metallurgica italiana nella montagna pistoiese

Conoscere Pistoia da un altro punto di vista e la storia dell'industria metallurgica nella montagna pistoiese. Riduzioni per i soci Unicoop Firenze

Il percorso di Pistoia Sotterranea, con i suoi 650 metri, rappresenta il sito ipogeo più lungo della Toscana. Aperto dal 2010, conduce il visitatore alla scoperta della storia dell’antico Ospedale del Ceppo, fondato nel 1277 in prossimità del torrente Brana, che nel XIV secolo fu deviato e ridotto a canale Gora di Scornio.

Durante la visita viene ripercorso lo sviluppo urbanistico della parte nord-est della città di Pistoia costruita proprio al di sopra della gora, che nel corso dei secoli venne coperta con grandi voltoni divenuti fondamenta della città soprastante. Visibili nel sotterraneo anche i resti delle mura cittadine del XII secolo, un mulino battiferro del 1833, ponti medievali, frantoio e lavatoi. Uno sguardo sulla città da un punto di vista alternativo.

Pistoia Sotterranea è aperta tutti i giorni con visite guidate a cadenza orario.

Info e prenotazioni
0573368023

Lo SMI, il Museo della Società Metallurgica Italiana

Spostandoci sulla montagna pistoiese, in località Campo Tizzoro, troviamo il Museo SMI (Società Metallurgica Italiana) ospitato in parte dell’ex stabilimento industriale. Il Museo documenta cento anni di storia della produzione industriale italiana, sia dello stabilimento di Campo Tizzoro, specializzato nella produzione di munizioni da Guerra, sia degli altri stabilimenti del gruppo quali:Livorno, Ferriere di Mammiano, Limestre, Firenze, Fornaci di Barga e del gruppo Brixia (Brescia). Sono inoltre visitabili i rifugi antiaerei, a circa 20 metri di profondità, che si estendono per oltre 2 km sotto il paese.

Organizzato per sale tematiche e in fase di ampliamento, attualmente la visita del museo ripercorre la storia del munizionamento italiano leggero e pesante d’Italia dal 1860 al 2000, e lo sviluppo della lavorazione dei metalli quali rame ed ottone. Un Museo che documenta anche le vicende legate alle opere assistenziali volute fortemente dalla proprietà come la mensa, l’asilo, la scuola professionale, le attività sportive, lo spaccio aziendale e le aziende agricole, oltre alle case per i dipendenti, che rappresentano una nuova ed importantissima conquista sociale.

Il primo weekend di agosto, sabato 1 e domenica 2, il Museo propone la manifestazione Campo Tizzoro ’44: due giornate di esposizione di mezzi storici e carri armati, mercatino di militaria, rievocazione storica della liberazione della fabbrica da parte dei partigiani, escursioni sui sentieri della Linea Gotica, oltre alle visite al museo e ai rifugi antiaerei.

Info e prenotazioni delle visite guidate
direttamente presso il Museo, 0573/65724.

Sul sito www.irsapt.it è possibile acquistare direttamente online i biglietti dei musei.

Per tutta l’estate per i soci Unicoop Firenze il costo del biglietto per la visita ai musei è di euro 7 anziché 10.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti