Pensati con Il Cuore arriva a Volterra per sostenere le donne vittime di violenza

Oggi la presentazione della campagna di raccolta fondi "Fianco a Fianco" della sezione soci Coop Volterra per potenziare il servizio dell’associazione Le amiche di Mafalda che offre sostegno alle donne vittime di violenza.

Nell’ambito dei progetti Pensati con il cuore, la campagna di crowdfunding della Fondazione Il Cuore si scioglie, la sezione soci Coop Volterra collabora con l’associazione Amiche di Mafalda per potenziare i servizi di accoglienza delle donne vittime di violenza.

Obiettivo della raccolta fondi partecipata, dal titolo Fianco a Fianco, partita lo scorso 30 settembre e che durerà fino all’8 novembre, è sostenere economicamente il servizio di consulenza psicoterapeutica e legale offerta dallo sportello di ascolto. 

Pensati con il Cuore è la campagna di raccolta fondi della Fondazione Il Cuore si scioglie, nata per sostenere i progetti delle associazioni del territorio. Il meccanismo è quello di coinvolgere e sensibilizzare le persone, facendo conoscere le realtà locali impegnate nella solidarietà e invitando a dare un contributo per la realizzazione di piccoli e grandi sogni. Una volta arrivati a metà della cifra necessaria, la Fondazione Il Cuore si scioglie raddoppia l’importo per centrare l’obiettivo.

Come contribuire

Si può contribuire:

  • online su Eppela
  • partecipando alle iniziative promosse dalla sezione soci Coop. ù
  • Una novità importante dell’edizione 2021 è rappresentata dalla possibilità di sostenere i progetti attraverso l’acquisto di un prodotto del territorio, che sarà segnalato nei punti vendita Coop.fi. Il prodotto locale che sostiene il progetto sono i Pici toscani Chelucci.

Il prossimo evento di raccolta fondi è il pranzo solidale in programma il 24 ottobre al Circolo Arci di San Giusto a Volterra (euro 20, interamente devoluti al progetto). 

“Sosteniamo questo progetto di crowdfunding perché le donne vittime di violenza trovino sul territorio gli strumenti per intraprendere un percorso per uscire dalle situazioni critiche e sviluppare la propria autonomia– dichiara Giovanni Furiesi, presidente della sezione soci Volterra – Il tema della violenza di genere è purtroppo di strettissima attualità. Invitiamo tutti i soci e i cittadini a contribuire perché le attività delle Amiche di Mafalda possano raggiungere un numero sempre maggiore di donne che hanno bisogno di aiuto e sostegno”. 

“Il nostro progetto è orientato sostenere le donne che accedono allo sportello dell’associazione prive o con limitate risorse economiche. A coloro che chiedono il nostro supporto, non proponiamo un modello di intervento precostituito uguale per ogni traiettoria di vita, ma lavoriamo insieme a ogni donna per accompagnarla nel suo personale percorso di uscita dalla violenza. Lavorare con le donne e per le donne significa partire sempre dagli elementi di forza presenti in maniera diversa in relazione alle singole biografie, eppure sempre valorizzabili in termini di resistenza e di leva per l’autonomia. Poter contribuire all’autonomia e all’uscita dalla violenza di una donna è un’esperienza di grande felicità che dà senso alla nostra presenza nel territorio da oltre 10 anni e che ci insegna l’importanza della solidarietà e del lavoro assieme. Per questo è particolarmente importante reperire le risorse per sostenere i costi delle professioniste che lavorano con noi. Ringraziamo fin da ora tutte le persone che vorranno sostenerci” afferma Giorgia Tacconi, presidente dell’associazione Le Amiche di Mafalda.

Alla presentazione del crowdfunding era presente anche la vicesindaco con delega al Welfare e Progettazione Sociale del Comune di Volterra, Eleonora Salvini.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti