Olio d’Oro. A Pontassieve nuovi punti e nuovi contenitori di raccolta dell’olio esausto alimentare

A Pontassieve, nella zona dei Villini, quattro nuove postazioni per conferire l’olio alimentare esausto. Una di queste nel parcheggio del Coop.fi.

Inaugurato nel parcheggio del Coop.fi di Pontassieve il progetto “Olio d’Oro” che prevede a Pontassieve l’apertura dei nuovi punti di raccolta degli oli vegetali, che si vanno ad aggiungere a quelli già attive all’interno dei plessi scolastici di Pontassieve.

4 postazioni dove poter conferire olio esausto: olio da frittura e olio usato per la conservazione dei cibi in scatola o in vetro. In particolare all’ingresso del parcheggio COOP di Pontassieve, al parcheggio di piazza della Libertà, all’ingresso dello Stadio Comunale e nel parcheggio di Via Varsavia (all’intersezione con Via Algeri).

Come funziona la raccolta. Nuove le modalità

La raccolta alle postazioni sarà molto semplice: basterà, dopo aver a casa versato l’olio in una qualsiasi bottiglia di plastica, conferirla nell’apposito contenitore, assicurandosi che sia ben sigillata. A differenza della precedente modalità adottata negli ecobox, in questo caso non dovrà essere versato il liquido, ma l’intera bottiglia negli appositi contenitori.

Questa novità fa parte del progetto “Olio d’Oro”, ideato dal Comune di Pontassieve, Silo spa, Bacciotti e Consorzio Re-Cord (con il patrocinio di Eni, Confindustria Firenze, CEF – Consorzio Energie Firenze e Conoe). Il progetto ha visto anche la collaborazione di Unicoop Firenze che ospita uno dei nuovi punti raccolta e che da tempo ormai è in prima linea per progetti di economia circolare e di recupero e valorizzazione delle risorse.

“Un’azione semplice, ma importante per l’ambiente – afferma il vice Sindaco e assessore alle politiche ambientali Carlo Boni – Sversare l’olio nello scarico del lavandino o del water è un danno per l’ambiente, perché l’olio danneggia le tubature e le falde acquifere. Gli oli vegetali, se correttamente smaltiti, possono trasformarsi in una risorsa diventando una preziosa fonte energetica rinnovabile. Insieme a Silo e Record, che ringrazio per la preziosa collaborazione, Pontassieve sta portando avanti un vero progetto di economia circolare che passa dalla corretta gestione e valorizzazione di un rifiuto differenziato”.

L’amministrazione sta inoltre lavorando per alimentare i pulmini scolastici con carburante biodiesel ottenuto dall’olio recuperato. “L’obiettivo – conferma, infatti Boni – è quello di arrivare ad alimentare i nostri pulmini scolastici con biodiesel proveniente dal recupero degli oli esausti raccolti nelle scuole e sul territorio”.

“Un progetto importante per il nostro Comune e per il territorio. Con questo nuove quattro postazioni, sono in tutto ad oggi sono 26 le “stazioni” di raccolta dell’ olio alimentare esausto in prossimità dei punti vendita Unicoop Firenze, e ad oggi hanno consentito il ritiro di circa 220 tonnellate di olio esausto alimentare”, commenta Giovanni Bravi, presidente della sezione soci Valdisieve.

Attualmente questa novità riguarda solo la zona dei Villini. Sul resto del territorio comunale, rimangono in vigore le attuali modalità di raccolta negli ecobox.

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti