Apre le porte Villa Meyer

Domenica 19 maggio 150 persone hanno visitato la sede di Unicoop Firenze in via Santa Reparata

La sede di Unicoop Firenze, già Villa Meyer, ha aperto le porte per una mattinata di visite guidate domenica scorsa 19 maggio, in occasione della Giornata Nazionale ADSI (Assocazione dimore storiche d’Italia).

Il palazzo, che dal 1976 ospita gli uffici della prima cooperativa di consumatori toscana ed una delle più importanti in Italia, è infatti entrato per la prima volta a far parte dell’elenco delle 400 dimore storiche, tra castelli, ville, manieri, casali, cortili, parchi e giardini, che hanno accolto il grande pubblico per il tradizionale appuntamento di primavera di ADSI.

“Nonostante le trasformazioni subite nel tempo, quanto rimane di Villa Meyer appare ancora capace di raccontarci dei personaggi che nel corso dei secoli hanno qui vissuto e del loro mondo dorato e appartato” spiega lo storico dell’arte Claudio Paolini, che ha curato una pubblicazione che ripercorre la storia di Villa Meyer attraverso i secoli, con un importante contributo fotografico a cura di Daniela Tartaglia.

Villa Meyer
Domenica 19 maggio 2019. Villa Meyer apre le porte alla città. Esterno del’edificio

“Promuovere l’accesso alla cultura è uno degli obiettivi di Unicoop Firenze, che, come cooperativa di consumatori, affianca alla sua attività caratteristica di fornire ai soci beni e servizi alle migliori condizioni possibili, un impegno forte sui temi dell’ambiente, dell’educazione, della sostenibilità e della cultura. Per questo non potevamo perdere l’occasione di aprire la nostra sede alle visite del pubblico” afferma Daniela Mori, presidente del Consiglio di sorveglianza di Unicoop Firenze.

Circa 150 le persone che hanno visitato Villa Meyer, divise in sei visite guidate.

Sfoglia la pubblicazione sulla storia di Villa Meyer

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti