Il nuovo Coop.fi di Firenze via Caracciolo

Un punto vendita di quartiere, ideale per la spesa quotidiana, inclusivo e di qualità

Il negozio si trova nel quartiere delle Cure ed è stato anticipato da un percorso di partecipazione ed ascolto che ha evidenziato attese ed aspettative per il nuovo supermercato.  È un negozio inclusivo, accogliente anche per chi ha un disturbo dello spettro autistico, grazie ad una collaborazione con Autismo Firenze che ha portato in fase di progettazione innovazioni e semplificazioni, per rendere più facile la fruizione e il momento della spesa per tutti. 

Propone un percorso di spesa semplice ed ordinato dove si trova facilmente quello si cerca, senza perdite di tempo, in un punto vendita di quartiere, per acquisti anche quotidiani, da fare raggiungendo il negozio a piedi o in bici.

Un supermercato studiato su misura per le esigenze del quartiere, con ampio spazio a prodotti freschi e freschissimi, ai fornitori del territorio e alla convenienza, sia sul vasto assortimento di prodotti a marchio Coop, sia sulle referenze di marca.  

Il nuovo negozio ha aperto alle vendite oggi 21 aprile, alle ore 8. 

Il nuovo Coop.fi Caracciolo 

Il nuovo Coop.fi Caracciolo sarà un nuovo vicino di casa per gli abitanti del quartiere. Un vicino capace di portare accoglienza e socialità nel quartiere, oltre a cibo di qualità, del territorio e di stagione. 

Freschi di qualità e prodotti del territorio infatti sono le priorità del consumatore contemporaneo, che punta alle “coccole” alimentari unite alla possibilità di fare acquisti in tempi rapidi e in un percorso di spesa comoda e facile, con la garanzia del miglior prezzo alle migliori condizioni. 

I reparti 

Il supermercato si apre con lo spazio dedicato all’ortofrutta, vera e propria vetrina delle eccellenze dei produttori locali. Qui si trovano frutta e verdura di stagione, proveniente da fornitori selezionati, insieme ad una scelta di prodotti da agricoltura biologica. Tra i confezionati, zuppe pronte, legumi e frutta secca, sempre più richiesta come snack o integrazione di altri piatti, per l’alto contenuto di elementi sani e funzionali. Presente anche un assortimento di piante e fiori proveniente da fornitori toscani. 

In primo piano anche la forneria, dove trovare la freschezza e la fragranza del pane dei fornitori locali. Non sarà facile decidersi tra pane a lievitazione naturale, Panaccio, pane DOP, 100% integrale e tanti altri tipi. A tentare i più golosi ecco una proposta di pizza e schiacciata calda. L’assortimento si completa con sostitutivi del pane, pane a fette e pasticceria da forno Banco del Gusto. Disponibile il servizio di prenotazione prodotti da forno dolci e salati: si ordina in negozio o telefonicamente e poi si passa a ritirarli. 

Segue l’area dedicata ai latticini, a marchio Coop e di altre grandi marche. 

In macelleria, si potranno trovare ampi assortimenti selezionati di carni rosse e bianche per tutte le necessità. Ad esempio si troverà, sfusa con servizio assistito, come eccellenza del reparto la Scottona Fior Fiore Coop, nata e allevata completamente in Italia, oltre alle referenze di macinati, hamburger, salsicce e elaborati confezionati presso il Centro Carni Unicoop Firenze.  

Inoltre, completa l’assortimento una selezione di referenze di pollo e tacchino Coop, coniglio e avicoli speciali Fior Fiore. 

Presente anche la pescheria, che sarà rifornita tutti i giorni dal Magazzino Ittico. Nel Coop.Fi sarà così disponibile pesce fresco di ogni specie, servito e pulito nel reparto, oltre ad alcune referenze confezionate.   

In gastronomia, il socio cliente può scegliere salumi e formaggi, tipici toscani ma non solo, anche senza lattosio. La proposta comprende il banco servito al momento e un assortimento di prodotti già porzionati e confezionati da portare via. Una modalità sempre più apprezzata per consumare alimenti già pronti, ma di alta qualità, risparmiando il tempo passato in cucina. 

Per generi vari e surgelati, vale a dire i prodotti confezionati, l’assortimento è ampio e completo, come la scelta dei vini della cantina. Disponibile anche un’offerta dedicata al benessere che comprende: integratori, parafarmaci, prodotti senza glutine e “free from” in generale.   

A completamento della spesa alimentare, sugli scaffali del Coop.Fi Caracciolo si trova anche una selezione di prodotti per le piccole esigenze quotidiane: dalle lampadine alle pile, dagli utensili di cucina agli articoli per la scuola e di cartoleria. 

Coop.fi di Caracciolo

I servizi 

Disponibili il servizio Salvatempo e le casse automatiche, con una barriera casse flessibile per soddisfare la tipologia di spesa di ogni cliente, sempre con il supporto del personale del negozio. 

Nel punto vendita è previsto anche il pagamento delle utenze, il servizio PAGO PA e la vendita di ricariche telefoniche dei principali operatori di telefonia mobile, oltre ad una scelta di carte regalo di tutti i tipi.  

Come negli altri supermercati di Unicoop Firenze, anche nel Coop.Fi Caracciolo sono accettati in pagamento i buoni pasto, in formato cartaceo ed elettronico, degli emettitori convenzionati. 

Nel punto vendita è previsto anche il servizio di prestito sociale.  

Il nuovo supermercato occupa un’area di circa 1.350 mq per un’area vendita di 800 mq. Ha un parcheggio interrato da 60 posti e osserverà il seguente orario: dal lunedì al sabato dalle 7:30 alle 20:30. La domenica ed i festivi dalle 8 alle 13

Attenti a tutti! 

Accanto all’aspetto commerciale, c’è una importante novità sociale per quanto riguarda il nuovo punto vendita che apre il 21 aprile: a Firenze Coop.fi Caracciolo sarà infatti un esempio di luogo per la spesa a misura di persone con autismo, grazie alla collaborazione con Autismo Firenze, associazione nata da un gruppo di famiglie con figli autistici adolescenti o giovani adulti. 

La collaborazione con Autismo Firenze, che si pone l’obiettivo di dare un futuro sociale ai ragazzi con disturbo dello spettro autistico, vuole facilitare l’attività di fare la spesa, rendendola un momento di autonomia e trasformando il supermercato in un luogo accogliente, dove il ragazzo con autismo può sentirsi a suo agio e fare la propria spesa, dal momento della lista a quello di portare i prodotti a casa.  

Le innovazioni 

In collaborazione con Autismo Firenze è stato predisposto un kit che verrà consegnato ai ragazzi dell’associazione e potrà essere richiesto. 

ll kit è una shopper in cotone riconoscibile grazie ai due loghi Unicoop Firenze e Autismo Firenze e all’immagine di un riccio blu – il blu è il colore che rappresenta i disturbi dello spettro autistico – che contiene strumenti ed istruzioni per fare la spesa e sarà utile anche per trasportare gli acquisti. 

Dentro il kit si trovano: 

Storia sociale: un piccolo libro illustrato che descrive il contesto in cui i ragazzi opereranno. Si parte dall’ingresso per arrivare a descrivere i probabili ‘rischi’ che li possono mettere in difficoltà – ad esempio, “vado verso le corsie, lì posso incontrare tanta gente”, ma che indica anche a chi possono chiedere aiuto: “le persone con la divisa rosso vino”. Insomma, un percorso spesa narrato per la loro tranquillità

Riccio bollone: un bollone rotondo rigido che si può appendere al carrello spesa o al cestino, perché lavoratori e clienti possano essere sensibilizzati e messi in grado di prestare maggiore attenzione alle esigenze del ragazzo autistico, piuttosto che essere indotti a velocizzare un’operazione o sviluppare un’interazione adeguata, semplicemente riconoscendo il bollone.   

Mappa: è la resa visiva dell’organizzazione del negozio, una piantina del supermercato schematizzata. Al posto delle descrizioni merceologiche, infatti, riporta descrizioni semplificate e connotate da diversi colori. Elementi fondamentali sono: l’ingresso, il posizionamento dei reparti freschi, l’uscita con la cassa dedicata. 

Quaderno spesa: un raccoglitore a fogli plastificati divisi per colore e descrizione semplificata (come nella mappa). Ad ogni colore si attribuisce una categoria specifica di prodotti riconoscibili per l’acquisto. Ogni prodotto è illustrato e colorato in piccole tessere adesive, in modo che si possano staccare e riattaccare sulla lista della spesa anch’essa plastificata, per comporre il ‘puzzle’ spesa. 

Il punto vendita 

Altre soluzioni per favorire l’autonomia delle persone con disturbi dello spettro autistico sono: 

  • un totem all’ingresso del negozio, che distingue il supermercato come sensibile al tema dell’autismo, informando che il personale del negozio è formato e sensibilizzato direttamente dagli educatori dell’associazione al tema. Il totem avrà una tasca che conterrà il volumetto della Storia sociale, a disposizione dei ragazzi autistici; 
  • uno spazio dedicato, di fronte al box informazioni, dove consultare la Storia sociale o richiedere il kit e dove viene collocata una mappa fissa, che possa essere di lettura a tutte le persone autistiche. 

Inoltre, i colori che caratterizzano le corsie dei generi industriali sulla mappa semplificata si ritrovano anche riportati all’inizio ed alla fine di ogni corridoio, rappresentando così una indicazione molto visibile e intuitiva che fa da raccordo fra mappa e spazi fisici del supermercato. 

In chiusura del percorso di spesa, la cassa prioritaria, già esistente nei punti vendita Unicoop Firenze, viene connotata dal simbolo del Riccio blu e diventa quella consigliata anche per le persone con autismo, condizione che viene a rientrare fra i motivi di priorità. 

La formazione degli addetti del punto vendita 

Quello che farà la differenza alla cassa prioritaria sarà la preparazione specifica dell’addetto che le persone con autismo si troveranno di fronte. Il personale che opera nel punto vendita infatti è stato specificatamente formato sulle modalità di interazione consigliate, in collaborazione con l’associazione Autismo Firenze. 

Un momento tutto per noi! 

Le persone con autismo hanno la necessità di effettuare azioni in contesti in cui i toni siano davvero pacati. Per questo Unicoop Firenze lavorerà per individuare alcuni giorni della settimana, e gli orari di minor afflusso, in cui si lavorerà per ricreare un clima particolarmente tranquillo ed un’atmosfera dedicata.

Questo attraverso alcune modifiche della gestione del punto vendita, come l’abbassamento del volume dei suoni in filodiffusione, l’attenuazione dell’illuminazione del negozio, la trasmissione di annunci che spieghino queste scelte nell’ottica della creazione di un ambiente più adatto alla fruizione dei soggetti con disturbi dello spettro autistico. 

Il percorso di ascolto e le richieste che hanno anticipato l’apertura del Coop.fi Caracciolo  

Il percorso si è articolato con un focus group, che ha coinvolto 40 persone, fra soci e portatori di interesse, quali rappresentanti di associazioni e commercianti operanti nella zona delle Cure, e una attività di ascolto diffuso, con cui sono state raggiunte 124 persone.

Si sono analizzati il contesto e le aspettative dei cittadini rispetto al nuovo negozio, che è stato richiesto più ampio rispetto a quello vicino di via Madonna della Querce, più comodo, ad esempio grazie al parcheggio, e più accessibile. L’intervento è stato salutato con favore come riqualificazione di un’area degradata del rione. Rispetto alle aspettative sono stati richiesti ampio assortimento dei prodotti, con particolare attenzione alla sostenibilità e all’ambiente.

La qualità è un elemento ricorrente con una forte richiesta di biologico e di prodotti locali, insieme alla richiesta di avere banchi serviti, con particolare riferimento alla pescheria. Sempre in tema ambiente è stata condivisa la raccomandazione di realizzare un edificio a basso impatto energetico. 

“Da domani il quartiere della Cure si arricchisce di un supermercato che vuole essere molto di più di un luogo dove fare la spesa. Coop.fi Caracciolo nasce sulla base di un percorso di ascolto fra i cittadini che ha valorizzato la partecipazione e preso in esame tutte le istanze arrivate dal territorio. Non solo, il nuovo punto vendita di Unicoop Firenze sarà accogliente per tutti, anche per chi soffre di disturbi dello spettro autistico, grazie alla collaborazione con Autismo Firenze – fanno sapere da Unicoop Firenze – come cooperativa di consumo auspichiamo che Coop.Fi Caracciolo rappresenti un posto comodo dove fare una spesa giusta, conveniente nel rispetto dei nostri valori, attenta alla valorizzazione del territorio e al senso di comunità, un supermercato dove fare rete”.  

Iscriviti alla Newsletter

Le notizie della tua Cooperativa, una volta alla settimana. Guarda un esempio

Potrebbe interessarti