Home Blog Letture in Circolo Se l’acqua ride
Se l'acqua ride

Se l’acqua ride

Autore Paolo Malaguti

Casa editrice Einaudi, 2020

Pagine 200

La valutazione del Circolo

Che emozione ci ha lasciato il libro?

Circolo di lettura sezione soci Poggibonsi

In collaborazione con Circolo di lettura sezione soci Poggibonsi

I Circoli di lettura sono una comunità di lettori che si ritrovano, una volta al mese, per scambiarsi opinioni e sensazioni su un libro la cui lettura, individuale, è stata decisa di comune accordo.

Trama

Siamo nel 1966, l’anno della grande alluvione e l’anno in cui il protagonista Ganbeto va alla scoperta dei canali sul burchio del nonno Caronte, imparando così da lui un mestiere destinato a scomparire dopo breve tempo. Un racconto che ci traghetta da un mondo ad un altro, dalla terra all’acqua e dal dialetto alla lingua italiana.

La citazione degna di nota

Forse sta lì il segreto: è vero che tutto cambia, come l’acqua dei fiumi, che un giorno ride chiara e trasparente, l’altro ringhia nera e vorticosa. Ma è anche vero che le cose, per altra via, resistono e sono dure a morire, di nuovo come l’acqua, che resta, sempre lei è e fa lo stesso giro.

Le nostre riflessioni

(Quasi) tutte abbiamo molto apprezzato questa storia, che ci racconta in maniera lieve le trasformazioni avvenute nella società italiana a partire dagli anni Sessanta; in particolare abbiamo amato la capacità dello scrittore di farci calare nel periodo storico attraverso la descrizione estremamente precisa di luoghi, colori, ambienti, personaggi e lingua dialettale.

Abbiamo condiviso il fatto che il mondo del nonno Caronte fosse un mondo composto da “maestri di vita e di mestieri”, che, attraverso abitudini e riti precisi, erano capaci di traghettare i propri figli o nipoti verso l’età adulta, accompagnandoli a modo loro, con durezza e rigidità ma anche con grande rispetto.

Il racconto ci è sembrato molto realistico e ricco di figure poetiche, e così abbiamo accompagnato con estremo piacere Ganbeto e Caronte a bordo del loro burchio lungo fiumi e canali veneti, avvertendo tutta la presenza – insieme viva, bellissima e minacciosa – dell’elemento-acqua.

Lo consigliamo a...

Ai ragazzi e alle ragazze delle scuole superiori.
A chi ha letto Un giorno mio nonno mi ha donato un ruscello, di Gaëlle Perret e Aurélia Fronty.
A tutte e tutti.

Le parole chiave del libro

Alluvione,

anni ’60

burchio

canali

famiglia

fiume

Veneto