Home Blog Letture in Circolo Il mare dove non si tocca
Il mare dove non si tocca

Il mare dove non si tocca

Autore Fabio Genovesi

Casa editrice Mondadori, 2018

Pagine 318

La valutazione del Circolo

Che emozione ci ha lasciato il libro?

Circolo di lettura sezione soci Coop Certaldo

In collaborazione con Circolo di lettura sezione soci Coop Certaldo

I Circoli di lettura sono una comunità di lettori che si ritrovano, una volta al mese, per scambiarsi opinioni e sensazioni su un libro la cui lettura, individuale, è stata decisa di comune accordo.

Trama

Fabio ha sei anni, due genitori e una decina di nonni. Sì, perché è l’unico bimbo della famiglia Mancini, e i tanti fratelli del suo vero nonno – uomini impetuosi e pericolosamente eccentrici – se lo contendono per trascinarlo nelle loro mille imprese, tra caccia, pesca e altre attività assai poco fanciullesche. Così Fabio cresce senza frequentare i suoi coetanei, e il primo giorno di scuola sarà per lui un concentrato di sorprese sconvolgenti: è incredibile, ma nel mondo esistono altri bambini della sua età, che hanno tanti amici e pochissimi nonni, e si divertono tra loro con giochi misteriosi dai nomi assurdi, nascondino, rubabandiera, moscacieca. Ma la scoperta più allarmante è che sulla sua famiglia grava una terribile maledizione: tutti i maschi che arrivano a quarant’anni senza sposarsi impazziscono.

I suoi tanti nonni strambi sono lì a testimoniarlo. Per fortuna accanto a lui c’è anche un padre affettuoso, che non parla mai ma con le mani sa aggiustare le cose rotte del mondo. E poi la mamma, intenzionata a proteggere Fabio dalle delusioni della vita, una nonna che comanda tutti e una ragazzina molto saggia che va in giro travestita da coccinella.

Una famiglia caotica e gigantesca che pare invincibile, finché qualcosa di totalmente inatteso la travolge. Giorno dopo giorno, dalle scuole elementari fino alle medie, il protagonista cerca di crescere nel precario equilibrio tra un mondo privato pieno di avventure e smisurato come l’immaginazione, e il mondo là fuori, stretto da troppe regole e dominato dalla legge del più forte. Tra inciampi clamorosi, amori improvvisi e incontri straordinari, in un percorso di formazione rocambolesco, commovente e stralunato, Fabio capirà che le nostre stranezze sono il tesoro che ci rende unici e intanto scoprirà la propria vocazione di narratore perdutamente innamorato della vita.

La citazione degna di nota

Passi i giorni a ragionare, fai progetti e misuri ogni passo con attenzione, ma tanto poi la vita arriva addosso a valanga e ti sbatte dove le pare, in fondo al tuo destino incasinato.

Le nostre riflessioni

La storia del libro è semplice senza essere mai banale, e la lettura va avanti spedita tra sorrisi e commozioni. L’autore è stato estremamente bravo a delineare in maniera autobiografica il personaggio principale, mettendolo al centro di una sorta di romanzo di formazione del ventunesimo secolo. Il punto di vista del personaggio conserva intatto lo sguardo di un bambino, descrivendo ogni cosa come se si rivelasse nella sua parte magica e ingenua.

Un libro che regala ad ogni singola pagina un’emozione diversa, grazie soprattutto ai suoi personaggi un po’ strampalati ma estremamente veri, descritti con una maestria tale da incollare il lettore dalla prima all’ultima riga.

Nonostante questo è sicuramente un romanzo che va assaporato lentamente, soffermandosi su frasi estremamente semplici ma che racchiudono significati molto profondi.

Lo consigliamo a...

A chi vuole riflettere sul significato della vita.
A chi vuole provare un turbinio di emozioni diverse.
A chi vuole rivivere un’infanzia dimenticata.

Le parole chiave del libro

Vacanze

famiglia

mondiali

libertà

esperienza

vita